Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Citterio Carlo

Carlo Citterio | Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Ruolo Medico veterinario dirigente
Struttura SCT2 Treviso, Belluno e San Donà di Piave
Laboratorio U.O. Eco-patologia (Belluno)
Telefono +39 0437 944746
E-mail ccitterio@izsvenezie.it

Profilo professionale

Carlo Citterio è dirigente veterinario a tempo indeterminato presso la Struttura complessa territoriale 2 Treviso, Belluno e San Donà di Piave, prestando servizio presso l’Unità operativa Ecopatologia della sede di Belluno.

Alla laura in Medicina veterinaria si sono poi aggiunti il dottorato di ricerca in Patologia comparata degli animali domestici e selvatici; la Specializzazione in Tecnologia e patologia delle specie avicole, del coniglio e della selvaggina e il diploma de facto dell’European College of Zoological Medicine (specialità Wildlife Population Health)

Dapprima come libero professionista e ricercatore e, dal 2008, come dirigente veterinario presso l’IZSVe, Carlo Citterio è stato impegnato nelle seguenti attività: diagnosi, epidemiologia, sorveglianza e gestione/controllo delle malattie trasmissibili nella fauna selvatica e all’interfaccia domestico-selvatico; valutazione dell’impatto dei patogeni nelle popolazioni selvatiche; diagnosi e controllo delle malattie parassitarie negli animali da reddito; analisi statistica applicata all’epidemiologia dei patogeni; redazione di progetti di ricerca, pubblicazioni scientifiche e divulgative; presentazioni scientifiche a convegni nazionali e internazionali e docenze dal livello divulgativo al livello universitario.

Tra i suoi interessi di ricerca, l’epidemiologia, sorveglianza e gestione/controllo delle malattie negli animali selvatici e domestici, l’ecologia dei patogeni e rapporto ospite-parassita, l’analisi del rischio e l’igiene delle carni di selvaggina.

È impegnato in progetti di ricerca corrente finanziati dal Ministero della salute (RC IZSVe 01/13 Sviluppo di protocolli armonizzati per la sorveglianza sanitaria nei centri di controllo della selvaggina e RC IZSVe 08/12 Malattie trasmissibili degli ungulati selvatici nell’Arco Alpino Orientale: prioritizzazione e strategie di sorveglianza e controllo) e nel progetto Genomics and host-pathogen interactions: a model study in the One-Health perspective – PRIN 2010-11, finanziato dal Ministero dell’università e ricerca scientifica e coordinato dal dipartimento di Sanità pubblica e malattie infettive dell’Università di Roma La Sapienza.

Pubblicazioni

  • Citterio C. V., et al. (2014). Food-borne pathogens and microbiological spoilage in different ungulate species hunted in the Eastern Italian Alps. In: Trends in game meat hygiene. From forest to fork. Wageningen: 135-142.
  • Turchetto S., et al. (2014). Spatial and temporal explorative analysis of sarcoptic mange in Alpine chamois (Rupicapra r. rupicapra). Hystrix-The Italian Journal of Mammalogy ISSN 1825-5272. Online First 13th june 2014 – doi:10.4404/hystrix-25.1-9460.
  • Citterio C.V., et al. (2011) – Approaches to game hygiene in the province Belluno (Italy): from training to meat microbiology – In: “Game meat hygiene in focus” edited by P. Paulsen, A. Bauer, M. Vodnansky, R. Winkelmayer and F.J.M. Smulders. Wageningen Academic Publishers: 267-270.
  • Monne I., et al. (2011). A distinct CDV genotype causing a major epidemic in Alpine wildlife. Veterinary Microbiology 150: 63-69.
  • Capello K., et al. (2010). Impact of emergency oral rabies vaccination of foxes in northeastern Italy, 28 December 2009–20 January 2010: preliminary evaluation. Eurosurveillance 15: artID 19617
  • Soglia, D et al. (2010). Population genetic structure of Alpine Chamois (Rupicapra r. rupicapra) in the Italian Alps. European Journal of Wildlife Research: DOI 10.1007/s10344-010-0382-0
  • Cerutti M.C., et al. (2009). Genetic variability of Haemonchus contortus (Nematoda: Trichostrongyloidea) in alpine ruminant host species. Journal of Helminthology 5: 1-8.
  • Citterio C.V., et al. (2006). Abomasal nematode community in an alpine chamois (Rupicapra r. rupicapra) population before and after a die-off. Journal of Parasitology: 92: 918-927.
  • Citterio C.V., Lanfranchi P. (2006). Dynamics of parasite communities and interactions between wild and domestic ruminants. Parassitologia 48: 33-35.
  • Citterio C.V., et al. (2003). Serological study of a population of alpine chamois (Rupicapra r. rupicapra) affected by an outbreak of respiratory disease. Veterinary Record 153: 592-596.
  • Scala A., et al. (2001). Sheep oestrosis (Oestrus ovis Linné 1761, Diptera: Oestridae) in Sardinia, Italy. Veterinary Parasitology 102: 133-141.
    Zaffaroni E., et al. (2000). Host specificity of abomasal nematodes in free ranging alpine ruminants. Veterinary Parasitology 90: 221-230.