Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Farina Luca

Luca Farina Ruolo Direttore
Struttura Centro di referenza nazionale per gli interventi assistiti con gli animali
Telefono +39 049 8084281
E-mail lfarina@izsvenezie.it

Profilo professionale

Luca Farina è direttore del Centro di referenza nazionale per gli Interventi assistiti con gli animali. Laureatosi in Medicina veterinaria a Milano (1983), ha poi studiato presso l’Istituto di medicina tropicale di Anversa (Belgio) conseguendo il diploma di Medicina veterinaria tropicale (1986) e il M.Sc in Tropical animal production (1987). Nel 1996 si è specializzato presso l’Università di Bologna in Sanità animale, allevamento e produzioni zootecniche.

La maggior parte della sua carriera professionale si è svolta all’estero. Ai tre anni di volontariato internazionale in Burundi sono seguiti tre anni con la FAO (Food and agricolture organization of the United Nations) in Togo e presso il quartier generale a Roma. Rientrato in Italia nel 1990, ha iniziato il percorso professionale con l’IZSVe presso il quale è stato assunto in ruolo nel 1993 occupandosi di igiene dell’ambiente, epidemiologia veterinaria, sierologia, formazione e cooperazione. In tale periodo è stato tra i fondatori, e ha ricoperto il ruolo di Segretario, della Società italiana di veterinaria e zootecnia tropicale per la cooperazione internazionale-Veterinari senza frontiere, rappresentante italiano del network Vétérinaires Sans Frontières International. Sempre in tale periodo è stato tra gli organizzatori del primo convegno internazionale svoltosi in Italia sulla pet therapy (Padova, 1997).

Nel 1999 è stato selezionato dalla Commissione europea a ricoprire il ruolo di amministratore principale presso il Food and veterinary office della DG SANCO a Dublino, dove è rimasto fino al 2007. Dal 2007 al 2013 è stato reclutato dall’European free trade association (EFTA) Surveillance authority quale senior officer, basato a Bruxelles. Dal 1999 al 2013, in qualità di lead inspector, numerose sono state le missioni per le quali, oltre alla responsabilità del team ispettivo, competeva anche la redazione dei rapporti che, per policy delle due organizzazioni internazionali, sono stati pubblicati sui rispettivi siti web in maniera anonima. Tale periodo si caratterizza dall’assenza di pubblicazioni che risultano pertanto distribuite nel periodo antecedente e successivo al rientro presso l’IZSVe, avvenuto nel giugno 2013.

Le aree attualmente di interesse risultano quelle collegate agli interventi assistiti con gli animali per quanto di competenza veterinaria: la bioetica, il benessere e salute degli animali coinvolti e il loro comportamento. Viene inoltre curato il collegamento istituzionale con i competenti organi ministeriali, regionali e provinciali anche per il tramite dei tavoli di lavoro preso gli stessi organizzati. Infine vengono indicati i contatti con la classe medica umana e con i referenti internazionali, la formazione delle figure facenti parte dell’équipe multidisciplinare e la progettualità negli interventi assistiti con gli animali.

Pubblicazioni

  • Contalbrigo L., De Santis M., Nava F.A. et Farina L. (2015) L’expérience italienne (Padoue). Thérapie des détenus sous addiction: méthodologie et apport de la médiation canine. Colloque Justice et médiation animale «L’animal, nouvelle aide à la réinsertion», 30 novembre 2015, Université Lyon Lumière 2, Francia, pag. 10-11
  • Farina L., Contalbrigo L. and De Santis M. (2015) Animal Assisted Interventions: the Italian reality and the role of the National reference centre established by the Ministry of Health. Plenary presentation at the 3rd Symposium on Animal-Assisted Activity, Therapy and Education – III SINTAA, Rio de Janeiro 7-9 October 2015
  • Mongillo P.; Pitteri E.; Adamelli S.; Bonichini S.; Farina L.; Marinelli L. (2015) Validation of a selection protocol of dogs involved in Animal Assisted Intervention, Journal of Veterinary Behavior, 10, 103-105
  • Farina L. & Moretti C. (2014) Healthcare and animal assisted interventions: the Italian approach. Plenary presentation at the IAHAIO annual symposium “Bridging Cultural and Disciplinary Boundaries in Human-Animal Interactions, Amsterdam 24-26 July 2014, Acts page 8-9
  • Farina L. (2013) AAT, AAE, AAA standards. Acts of the 1st Animal Assisted Intervention International Conference, Spa (Belgium) page 18
  • Ostanello F., Farina L., Turilli C., Serra P., Cagnolati V., Abdullhai M., Scagliarini A., Prosperi S. (1999). Reliability of results of the Rose Bengal test performer for export control in Northern Somalia. sci. tech. Off. int. Epiz., 1999, 18 (3), 660-666
  • Farina L. (1997) Veterinaria italiana e cooperazione internazionale. Panorama della Sanità, supplemento al n.22, 39-43
  • Piccoli L. e Farina L. (1997). Pet therapy sulla strada. Atti del convegno internazionale “Pet therapy: curarsi con gli animali”, Padova, 2 marzo 1997. Observer, I, 1, settembre 1997: 42-43
  • Farina L., Marangon S., Piccoli L., Scattolin M. (1995). I gatti di Venezia – Primo censimento delle colonie feline. Quaderni di documentazione ambientale, 8. 112 pagine, Comune di Venezia, Assessorato all’Ecologia, Cà Farsetti, 30100 Venezia. Arsenale Editrice – Venezia
  • Farina L. (1991). Le volet caprin du projet de développement du petit élevage dans la Kara (Nord Togo). Capricorne (1991), vol.4, 1, 17-22

© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30