Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Natale Alda

Alda Natale | Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Ruolo Medico veterinario dirigente
Struttura SCT3 – Padova e Rovigo – Diagnostica in sanità animale
Laboratorio Laboratorio sierologia e malattie pianificate
Telefono +39 049 8084435
E-mail anatale@izsvenezie.it

Profilo professionale

Alda Natale è dirigente veterinario presso il Laboratorio sierologia e malattie pianificate della SCT3 Padova e Adria. Diagnostica in sanità animale.

Laureatasi in medicina veterinaria nel 1995 all’Università di Bologna, ha conseguito il perfezionamento in Sorveglianza sanitaria delle popolazioni animali (Bologna, 1996) e la specializzazione in Sanità animale, allevamento e produzioni zootecniche (Bologna, 1999). È dottore di ricerca in Sanità pubblica (Università di Padova, 2003).

Dal 1996 al 2000 ha svolto attività libero- professionale nel settore degli animali da compagnia presso una clinica veterinaria privata con servizio 24/24h, con incarico di referente del laboratorio di analisi interno. Dal 2001 al 2004 ha lavorato nel laboratorio di Parassitologia dell’IZSVe, occupandosi di parassitologia generale, micologia e sorveglianza entomologica delle malattie trasmesse da vettori (leishmaniosi, blue tongue, West Nile disease). Dal dicembre 2004 è dirigente nel laboratorio di Sierologia e malattie pianificate.

Da sempre appassionata di comportamento animale, nel 2014 ha conseguito il titolo di referee in Consulente della relazione felina ed è iscritta al relativo albo SIUA.

Fa parte del comitato di redazione del sito web IZSVe Pets (www.izsvepets.it).

I suoi interessi di ricerca riguardano la diagnosi sierologica delle malattie infettive dei mammiferi, con particolare riguardo all’epidemiologia e alla sorveglianza di alcune malattie zoonotiche (febbre Q, leptospirosi, clamidiosi, leishmaniosi, toxoplasmosi), occupandosi per alcune di queste della diagnosi in toto.

È responsabile scientifico e di unità operativa di diversi progetti di ricerca corrente finanziati dal ministero della salute, tra cui: RC IZSVe 03/13 Diffusione dei patogeni trasmessi da zecche in cani sintomatici e asintomatici nel nordest dell’Italia (responsabile di unità operativa); RC IZSVe 10/13 Effetto dell’utilizzo dell’immunocastrazione verso GnRH sul comportamento e il benessere delle scrofette da ingrasso (responsabile di unità operativa) e RC IZSVe 16/12 La leptospirosi negli animali da compagnia e il suo impatto sulla sanità animale (responsabile scientifico), in collaborazione con il Centro di referenza nazionale per le leptospirosi animali, la Monash University (Australia) e i colleghi veterinari liberi professionisti.

Pubblicazioni

  • Solano-Gallego L, Villanueva-Saz S, Carbonell M, Trotta M, Furlanello T, Natale A, 2014. Serological diagnosis of canine leishmaniosis: comparison of three commercial ELISA tests (Leiscan, ID Screen and Leishmania 96), a rapid test (Speed Leish K) and an in-house IFAT. Parasit Vectors. 24;7:111
  • Mughini-Gras L, Bonfanti L, Natale A, Comin A, Ferronato A, La Greca E, Patregnani T, Lucchese L, Marangon S, 2013. Application of an integrated outbreak management plan for the control of leptospirosis in dairy cattle herds. Epidemiol. Infect.: 1-10.
  • Monne I, Ceglie L, Di Martino G, Natale A, Zamprogna S, Morreale A, Rampazzo E, Cattoli G, Bonfanti L., 2013. Hepatitis E virus genotype 4 in a pig farm, Italy, 2013. Epidemiol Infect. 2014 May 15:1-5. [Epub ahead of print].
  • Cassini R, Signorini M, Frangipane di Regalbono A, Natale A, Montarsi F, Zanaica M, Brichese M, Simonato G, Borgato S, Babiker A, Pietrobelli M, 2013. Preliminary study of the effects of preventive measures on the prevalence of Canine Leishmaniosis in a recently established focus in northern Italy. Vet. Ital. 49, 157-161.
  • Natale A, Bucci G, Capello K, Barberio A, Tavella A, Nardelli S, Marangon S, Ceglie L, 2012. Old and new diagnostic approaches for Q fever diagnosis: correlation among serological (CFT, ELISA) and molecular analyses. Comp. Immunol. Microbiol. Infect. Dis. 35(4):375-379.
  • Mutinelli F, Schiavon E, Ceglie L, Fasolato M, Natale A, Rampin F, Carminato A, 2011. Bovine besnoitiosis in imported cattle in Italy. Vet. Parasitol. 178(1-2):198.
  • Bano L, Bonci M, Drigo I, Tonon E, Mazzolini E, Carminato A, Granato A, Ceglie L, Natale A, Zanette G, Agnoletti F, 2011. Episodi d’ipofertilità della bovina da latte associati ad infezioni dell’apparato genitale da Histophilus somni: prime segnalazioni in Italia. Large Animals Review 17 (5):171-176.
  • Natale A, Busani L, Comin A, De Rui S, Buffon L, Nardelli S, Marangon S, Ceglie L, 2009. First report of bovine Q-fever in north-eastern Italy: preliminary results. Clin. Microbiol. Infect. 15(2): 144-145.
  • Natale A, Patregnani T, Tagliabue S, Alborali L, Ferronato A, Bucci G, Toffan C, Ceglie L, Catania S, Bonfanti L, 2009. Gestione di un focolaio di leptospirosi da Lespospira interrogans sierovariante Hardjo in un allevamento di bovine da latte della Pianura Padana. Large Anim.Rev. 15:153-157.
  • Bonfanti L, Cecchinato M, Ciaravino G, Montarsi F, Lorenzetto M, Natale A, Bortolotti L, Ceglie L, Marangon S, 2008. Gestione e controllo dell’infezione da Blue tongue virus sierotipo 8 (BTV-8) in Veneto. Large Animal Review 14:259-266.

© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30