Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Animali da compagnia

Animali da compagnia

Il 41,7% degli italiani convive con un animale domestico. La tendenza ad avere un animale in casa è maggiore nelle regioni del Nord-Ovest (44,5%) e del Centro (44,4%), mentre appare un po’ inferiore nel Nord-Est (37,6%) e nelle isole (38,3%). Più contenute le percentuali di coloro che preferiscono altri animali quali i pesci (4,9%), le tartarughe (4,7%), i volatili (4,1%), i roditori (conigli: 2,1%, criceti: 1,6%) e i rettili (0,8%). A fronte dei 6.900.000 cani e dei 7.400.000 gatti amorevolmente allevati tra le mura domestiche, in Italia vivono anche 580.000 cani e 2.020.000 gatti non di proprietà. Secondo le stime fornite dal ministero della Salute, nelle strade italiane si troverebbero circa 700.000 cani e ben 22.000 colonie feline, corrispondenti a pressappoco due milioni di gatti (Fonte: Eurispes).

È facile intuire come la stretta relazione tra l’uomo e gli animali da compagnia comporti la necessità di monitorare attentamente il loro stato di salute, con particolare riguardo alle malattie zoonosiche, cioè trasmissibili dagli animali all’uomo (e viceversa). Per alcune tra le patologie più gravi per cane e gatto esiste la possibilità di protezione mediante profilassi vaccinale. Tra queste, la malattia più importante e temibile è senz’altro la rabbia, malattia per la quale esiste un’efficace profilassi vaccinale e un continuo monitoraggio sulla fauna selvatica da parte dei Servizi Veterinari. Altre zoonosi, per le quali comunque i nostri pets giocano un ruolo meno importante nella trasmissione diretta all’uomo, sono ad esempio la leptospirosi e la leishmaniosi. Tra le malattie parassitarie, la più temibile per l’uomo è l’echinococcosi cistica; la più conosciuta, e per la quale spesso il gatto è eccessivamente accusato, è la toxoplasmosi. Vi sono inoltre alcune micosi trasmissibili, patologie piuttosto frequenti anche se non pericolose.

Altre malattie non sono trasmissibili all’uomo ma comportano un serio rischio per la salute degli animali: nel cane citiamo ad esempio il cimurro, la parvovirosi, l’epatite infettiva e alcune malattie trasmesse da vettori (babesiosi, ehrlichiosi, anaplasmosi, ecc.); per il gatto la panleucopenia, la rinotracheite infettiva, la leucemia felina (FeLV), la peritonite infettiva (FIP) e l’immunodeficienza Felina (FIV). Alcune malattie sono tipiche del cucciolo (es. cimurro per il cane, Rinotracheite per il gatto), altre sono pericolose a tutte le età (es. malattie trasmesse da vettori per il cane, FeLV o FIV per il gatto).

Per i cani esiste nella pratica clinica la possibilità di trasfusioni di sangue ed è importante garantire per ogni sacca l’assenza dei principali patogeni trasmissibili, tenendo conto del fatto che un soggetto che subisce una trasfusione ha spesso le difese immunitarie compromesse. A questo scopo esistono pannelli di analisi specifici previsti dal Ministero della Salute per tutelare sia la salute del cane donatore sia quella del trasfuso. La salute degli animali da compagnia viene inoltre monitorata in molti altri modi: analisi sulla salubrità dei mangimi (es. contaminazione da melatonina), indagini cliniche (ematologia e chimica clinica), istopatologiche, tossicologiche (avvelenamenti).

Talvolta, infine, gli animali da compagnia possono svolgere un ruolo di “sentinella” clinica o epidemiologica: a causa della loro stretta convivenza con noi, sono infatti sottoposti talvolta a rischi simili e possono manifestare più precocemente o in modo più evidente alcune patologie, indicandoci la presenza di un rischio per l’uomo (ad es. leishmaniosi e malattie trasmesse da zecche).

Attività IZSVe

Presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie sono svolte attività diversificate per il settore degli animali da compagnia, a scopo diagnostico, di sorveglianza e di ricerca. A tal fine molti laboratori specializzati studiano aspetti specifici e interagiscono tra loro in modo sinergico.

  • Il Centro di referenza nazionale per la rabbia ospitato dall’IZSVe fornisce assistenza alle autorità sanitarie e ai veterinari liberi professionisti sulla diagnosi, prevenzione e controllo di questa malattia, nonché effettua i controlli sierologici post vaccinazione obbligatori per l’espatrio/rimpatrio dei cani e dei gatti;
  • Tutte le sedi diagnostiche distribuite sul territorio dell’IZSVe sono in grado di offrire i servizi diagnostici di base quali esami microbiologici con isolamento, identificazione ed antibiogramma, nonché l’esecuzione di esami necroscopici secondo protocolli condivisi ed approvati.
  • Il Laboratorio di istopatologia opera nel campo dell’oncologia veterinaria e delle malattie infettive con approfondimenti in diagnostica citologica, istologica e immunoistochimica.
  • Il Laboratorio di parassitologia esegue analisi parassitologiche e micologiche sia mediante tecniche tradizionali, sia utilizzando metodiche più avanzate e sperimentali. Effettua inoltre ricerche sulle malattie trasmesse da vettori e monitoraggi sulla presenza di artropodi vettori (zecche, zanzare, pappataci, ecc.).
  • Il Laboratorio di sierologia e malattie pianificate offre un’ampia gamma di diagnosi sierologiche e biomolecolari per malattie infettive. Opera ricerche in campo diagnostico ed epidemiologico su alcune patologie specifiche, quali la Leptospirosi.
  • Il Laboratorio di Virologia Speciale si occupa della diagnosi delle principali malattie virali del cane e del gatto ricercando l’agente infettivo nel campione in esame.
  • Il Laboratorio di tossicologia alimentare effettua accertamenti analitici per evidenziare casi di avvelenamento.
  • La Banca del sangue canino è attiva grazie alla collaborazione di alcune delle strutture sopracitate, impegnate nel reclutamento dei cani donatori, lo screening sanitario, le sedute di prelievo delle sacche e la loro messa a disposizione con servizio 24h.
  • Il Centro di referenza nazionale per gli interventi assistiti con gli animali si occupa di attività pratiche, di percorsi formativi e di standardizzazione di protocolli operativi per il controllo sanitario e comportamentale degli animali impiegati nei programmi di IAA (interventi assistiti con gli animali).

L’elenco completo delle diagnosi disponibili per gli animali da compagnia e le relative indicazioni per il conferimento del campione è disponibile al seguente articolo su IZSVe Pets, il portale dell’IZSVe dedicato agli animali da compagnia.

Elenco completo delle diagnosi »

Malattie e patogeni

Clicca sui link per consultare le informazioni di approfondimento sulle principali malattie degli animali da compagnia.

Servizi IZSVe

Clicca sui link per consultare le informazioni sui servizi offerti dall’IZSVe relativi agli animali da compagnia.

Ultime news

Anagrafe canina della Regione del Veneto: guida all’applicativo Acweb [Tutorial]

Anagrafe degli animale d’affezione della Regione del Veneto: guida all’applicativo Acweb [Tutorial]

I video-tutorial in questo articolo costituiscono una guida pratica all'utilizzo dell'applicativo Acweb (http://cani.crev.it/acweb), il portale…

Leggi tutto >

L’echinococcosi nel cane [Opuscolo]

L'echinococcosi è una parassitosi che può colpire il cane e trasmettersi anche all'uomo. In questo opuscolo trovi informazioni e consigli utili per…

Leggi tutto >

Leptospirosi in cani e gatti. La circolazione in Italia e l’efficacia di metodi diagnostici e vaccini

Leptospirosi in cani e gatti. La circolazione in Italia e l’efficacia di metodi diagnostici e vaccini

Fino a un passato recente la leptospirosi era una malattia endemica nel Nord Italia anche per l’uomo. Si manifestava di frequente a causa di…

Leggi tutto >

Puoi visualizzare tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su questo tema nella sezione “News” del sito, alla pagina News > News per temi > Animali > Animali da compagnia

Vai alle news sul tema Animali da compagnia »
© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30