Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Api

Api

L’importanza che l’apicoltura ha assunto negli ultimi anni in Italia, con una stima di 70.000 apicoltori e 1.316.774 alveari (Regolamento di esecuzione (UE) N. 768/2013 della Commissione dell’8 agosto 2013), ha portato alla ribalta anche le problematiche specifiche del settore.

Il 90% degli apicoltori si classifica come non professionale od hobbista, mentre il restante 10% pratica l’apicoltura come attività primaria. La produzione nazionale annua di miele ammonta a circa 20.000 t e copre circa il 50% del fabbisogno, il restante 50% è coperto dall’importazione, mentre l’esportazione si attesta sulle 3.000 t. La produzione nazionale di gelatina reale ammonta a circa 4.000 t.

Si stima inoltre una produzione di sciami/nuclei pari a 350.000 unità. L’Unione Europea conta 630.000 apicoltori (Commissione Europea, 2014) e 15.704.270 alveari (Regolamento di esecuzione (UE) N. 768/2013), con la Spagna (2.459.292 alveari) al primo posto seguita da Francia (1.636.000), Grecia (1.584.206), Romania (1.550.000), Italia (1.316.774), Polonia (1.280.693) e Ungheria (1.088.590).

Attività IZSVe

Presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie ha sede il Centro di referenza nazionale per l’apicoltura. Il laboratorio è anche Centro regionale per l’apicoltura (CRA) della Regione Veneto.

L’attività del Centro di referenza nazionale e regionale si concentra prevalentemente su:

  • diagnosi e controllo delle malattie dell’alveare con particolare riferimento a varroasi, nosemiasi e peste americana;
  • controllo della qualità e dei residui nei prodotti dell’alveare (polline, cera, propoli, gelatina reale);
  • utilizzo delle api e dei suoi prodotti come bioindicatori dell’inquinamento ambientale.
  • attività di monitoraggio della mortalità delle api e dello spopolamento degli alveari attraverso diversi progetti nazionali ed internazionali (Apenet, Apepark, BeeNet, Epilobee)
  • predisposizione del piano nazionale per il controllo dell’infestazione da Varroa destructor e le linee guida per il monitoraggio della mortalità e dello spopolamento di alveari
  • partecipazione a gruppi di lavoro nazionali ed internazionali del settore (Ministero della Salute, Ministero dell’Agricoltura, International Honey Commission, EURL for honey bee health-Anses, Commissione europea – DGSANCO)

Malattie e patogeni

Clicca sui link per consultare le schede tecniche o le informazioni di approfondimento sulle principali malattie delle api.

  • Tropilaelaps spp. | EURL – ANSES
  • Varroasi
  • Vespa velutina
  • Virus della cella reale nera (BQCV)
  • Virus della covata a sacco (SBV)
  • Virus della paralisi acuta (ABPV)
  • Virus della paralisi cronica (CBPV)

  • Virus delle ali deformi (DWV)
  • Virus filamentoso (FV)
  • Virus israeliano della paralisi acuta (IAPV)
  • Virus Kashmir (KBV)

Ultime news

Aethina tumida in Italia: la situazione epidemiologica

Aethina tumida in Italia: la situazione epidemiologica

Aethina tumida è un coleottero che infesta gli alveari, esotico nell’Unione europea, in grado di determinare notevoli danni, dalla distruzione dei…

Leggi tutto >

Convegno / Apicoltura: le altre produzioni dell’alveare

Convegno / Apicoltura: le altre produzioni dell’alveare

Domenica 12 marzo si terrà a Conegliano (Treviso), nell'Aula Magna del Centro interdipartimentale per la ricerca in viticoltura ed enologia (CIRVE)…

Leggi tutto >

Corso formativo tecnici apistici

Corso di aggiornamento per tecnici apistici 2017

Il corso di formazione per tecnici apistici 2017, realizzato dal Centro regionale per l'apicoltura dell'Istituto Zooprofilattico delle Venezie…

Leggi tutto >

Puoi visualizzare tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su questo tema nella sezione “News” del sito, alla pagina News > News per temi > Animali > Api

Vai alle news sul tema Api »