Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Suini

Suini

La suinicoltura è uno dei settori portanti della zootecnia italiana: con un patrimonio suinicolo di oltre 8.600 000 capi l’Italia si colloca al sesto posto all’interno dell’Unione Europea. Veneto e Friuli Venezia Giulia ricoprono rispettivamente il quarto e sesto posto in Italia, contando più di 664.000 capi il Veneto e più di 186.000 il Friuli (più modesta la realtà del Trentino Alto-Adige, con un patrimonio di 10.500 capi). Il numero di aziende in queste aree si aggira attorno alle 1500 unità per il Veneto e alle 800 unità per il Friuli.

Diverse sono le malattie infettive che colpiscono il settore suinicolo. Alcune di esse (peste suina classica e malattia vescicolare) sono patologie con obbligo di denuncia e sono soggette a piani di sorveglianza nazionali (O.M. 12 aprile 2008). La malattia di Aujeszky è sottoposta invece a piani di controllo ed eradicazione a carattere regionale (per il Veneto Dgr. 2061 del 11 ottobre 2012).

Attività IZSVe

Presso l’IZSVe sono effettuate diverse attività per il settore suinicolo, a scopo diagnostico, di sorveglianza e ricerca. Tali attività sono svolte nelle sezioni periferiche e nella sede centrale di IZSVe.

  • Il Laboratorio di sierologia e malattie pianificate della SCT3 a Padova e il Laboratorio di sierologia della SCT2 a Treviso si occupano dell’esecuzione delle indagini sierologiche previste dal piano di sorveglianza della peste suina classica e della malattia vescicolare su campioni provenienti da tutto il Triveneto.
  • In questi stessi laboratori e nei laboratori di sierologia delle Sezioni territoriali di Verona, Vicenza, Udine e Trento sono svolte le indagini previste dal piano di eradicazione della Malattia di Aujeszky (ELISA anticorpi gE ed ELISA anticorpi gB), piano che prevede anche lo svolgimento di prove sierologiche e biomolecolari sulle popolazioni di cinghiali di Veneto e Friuli Venezia Giulia.
  • Presso il Laboratorio di sierologia e malattie pianificate della Sezione territoriale SCT3 – Padova e Adria  e il Laboratorio di diagnostica clinica delle sezioni territoriali SCT2 a Treviso e SCT4 a Pordenone e Treviso è fornita assistenza diagnostica, su richiesta dei veterinari liberi professionisti, riguardo ad altre patologie non notificabili, attraverso l’impiego di metodi microbiologici, biomolecolari e sierologici.
  • Il Laboratorio di virologia diagnostica della SCT3 – Padova e Adria si occupa delle problematiche legate alle malattie virali respiratorie del suino tra cui l’influenza suina. In questo ambito collabora strettamente con il Centro di Referenza OIE per le malattie nell’interfaccia uomo-animale per la caratterizzazione genetica dei ceppi influenzali isolati da suino, per studiarne il riassortimento genico e la loro evoluzione. Inoltre il centro di referenza supporta il Laboratorio di sierologia e malattie pianificate della SCT3 nella diagnosi sierologica di influenza suina, selezionando i virus più idonei dal punto di vista antigenico per le prove di laboratorio.
  • Tutti i laboratori di diagnostica clinica dell’IZSVe eseguono studi di farmacosensibilità con metodo Kirby Bauer (antibiogramma) e presso i laboratori di Padova, Pordenone e Treviso è possibile richiedere la determinazione della minima concentrazione inibente (MIC) sugli isolati batterici.
  • Il Laboratorio di diagnostica clinica di Pordenone (SCT4 – Friuli Venezia Giulia) esegue ricerche con metodiche biomolecolari per Brachyspira hyodysenteriae, Brachyspira pilosicoli e Lawsonia intracellularis da raschiati di mucosa intestinale e feci.
  • La sezione territoriale di Treviso si occupa specificatamente dell’esecuzione dei test di farmacosensibilità tramite MIC di ceppi di Brachyspira hyodysenteria e B. pilosicoli. Presso lo stesso laboratorio viene inoltre eseguita la tossinotipizzazione di ceppi di C. perfringens e la ricerca di A. pleuropneumoniae e H. parasuis mediante metodi di biologia molecolare.

Malattie e patogeni

Clicca sui link per consultare le informazioni di approfondimento sulle principali malattie dei suini.

  • Actinobacillus pleuropneumoniae
  • Ascaris suum
  • Bordetella bronchiseptica
  • Brachyspira hyodysenteriae
  • Brachyspira pilosicoli
  • Brucella suis
  • Circovirus suino tipo 2
  • Clostridium difficile
  • Clostridium perfringens

  • Escherichia coli
  • Epatite E
  • Haemophilus parasuis
  • Influenza (H1N1, H1N2, H3N2, H1N1 pandemico)
  • Lawsonia intracellularis
  • Leptospirosi
  • Malattia di Aujeszky
  • Malattia vescicolare

  • Erysipelothrix rhusiopathiae
  • Mycoplasma spp.
  • Mycoplasma hyopneumoniae
  • Parvovirus
  • Pasteurella
  • Peste suina classica
  • PRRS
  • Salmonella
  • Streptocossus suis

Ultime news

Addio all'antibiogramma: da gennaio i test di sensibilità agli antimicrobici eseguiti tramite la MIC

Addio antibiogramma: da gennaio i test di sensibilità agli antimicrobici eseguiti tramite MIC

Da gennaio 2017 i laboratori di diagnostica dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie effettueranno il test di sensibilità nei…

Leggi tutto >

Che acqua bevono i nostri animali? La qualità dell’acqua di abbeverata negli allevamenti veneti

Che acqua bevono i nostri animali? La qualità dell’acqua di abbeverata negli allevamenti veneti

La mancanza di precise indicazioni a livello normativo sulla qualità fisico-chimica e batteriologica dell’acqua bevuta dagli animali allevati a…

Leggi tutto >

Efficacia in campo della vaccinazione contro H1N1 pandemico nei suini

Efficacia in campo della vaccinazione contro H1N1 pandemico nei suini

Alcuni ricercatori dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie hanno recentemente pubblicato sulla rivista PLoS Currents uno studio…

Leggi tutto >

Puoi visualizzare tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su questo tema nella sezione “News” del sito, alla pagina News > News per temi > Animali > Suini

Vai alle news sul tema Suini »