Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Malattia di Newcastle

Malattia di Newcastle

La Malattia di Newcastle, detta anche “pseudopeste aviare”, è una delle più temute malattie che possono colpire i volatili. Quando sostenuta da ceppi virali altamente patogeni ha conseguenze economiche e sanitarie serissime.

All’infezione sono sensibili numerose specie di uccelli, tra domestici e selvatici, con variabilità nelle manifestazioni cliniche secondo la specie e il ceppo virale coinvolto. Dall’anno della sua prima comparsa (1926) la Malattia di Newcastle si è estesa in tutto il mondo e, nel secolo scorso si sono verificate almeno quattro pandemie.

Sono stati descritti sporadici casi di congiuntivite nell’uomo in seguito a contatto diretto con elevate cariche virali.

Attività IZSVe

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie si occupa di ricerca e controllo sanitario sull’influenza aviaria attraverso il Centro di referenza nazionale / OIE / FAO per l’influenza aviaria e la Malattia di Newcastle.

Il Centro di referenza assume un ruolo di primissimo piano nella gestione delle emergenze epidemiche. Oltre a garantire l’attività diagnostica per i controlli virologici e sierologici nelle popolazioni a rischio e la conferma di casi sospetti, provvede alla gestione dei sistemi informativi per la raccolta e trasmissione dei dati e la loro aggregazione per la produzione di report periodici sull’evoluzione della situazione epidemiologica.

Supporta la predisposizione dei piani di sorveglianza nazionali negli allevamenti domestici sulla base delle indicazioni fornite dall’Unione Europea e raccoglie, analizza e trasmette periodicamente al Ministero della Salute e alla Commissione Europea i dati generati da detti piani. Collabora con il Ministero della Salute e le Regioni interessate dall’introduzione dei virus dell’influenza aviaria per il coordinamento degli interventi finalizzati all’eradicazione dell’infezione.

Come Centro di referenza il laboratorio ha i seguenti compiti istituzionali:

  • confermare la diagnosi di influenza aviaria sul territorio italiano;
  • standardizzazione di metodi diagnostici e analitici;
  • organizzazione di Proficiency Test nazionali;
  • produzione e distribuzione di reagenti di riferimento (antigeni, sieri e anticorpi);
  • formazione di ricercatori italiani implementando attività di training;
  • sviluppo e attuazione di piani di emergenza;
  • fornire assistenza al Ministero della Salute in caso di necessità;
  • caratterizzazione dei ceppi virali e conservazione in appositi archivi per la raccolta dei dati;
  • coordinare attività di ricerca in collaborazione con altri laboratori e organizzazioni;
  • divulgare i dati ottenuti dalle attività di studio e di ricerca.

Annualmente il Centro di referenza organizza un Proficiency Test (PT) per tutti i laboratori appartenenti alla rete di sorveglianza nazionale per l’influenza aviaria, facenti capo a differenti Istituti Zooprofilattici Sperimentali. Lo scopo è quello di monitorare le capacità diagnostiche dei laboratori che eseguono test per l’influenza aviaria e di incoraggiare la standardizzazione delle procedure diagnostiche collegate e queste malattie. Il PT prevede una parte dedicata ai test sierologici e una ai test virologici classici e biomolecolari.

Presso il laboratorio si eseguono tutte le tecniche di laboratorio per la diagnosi, la caratterizzazione completa dei virus isolati e l’attività di ricerca collegata alle infezioni sostenute dai virus dell’influenza aviare. Oltre ai test sierologici (HI, AGID, ELISA) e virologici classici (isolamento in uova embrionate e colture cellulari primarie e continue) accreditati da diversi anni, sono ormai di uso comune presso il CR metodiche biomolecolari tradizionali (real time e RT-PCR, sequenziamento genomico) e di nuova generazione (Next Generation Sequencing – NGS).

Referente IZSVe

Calogero Terregino
Centro di referenza nazionale per l’influenza aviaria e la malattia di Newcastle
Tel: +39 049 8084377
E-mail: cterregino@izsvenezie.it

Pubblicazioni

  • Afonso, C.L., Amarasinghe, G.K., Banyai, K., Bao, Y., Basler, C.F., Bavari, S., Bejerman, N., Blasdell, K.R., Briand, F.X., Briese, T., Bukreyev, A., Calisher, C.H., Chandran, K., Cheng, J., Clawson, A.N., Collins, P.L., Dietzgen, R.G., Dolnik, O., Domier, L.L., Durrwald, R., Dye, J.M., Easton, A.J., Ebihara, H., Farkas, S.L., Freitas-Astua, J., Formenty, P., Fouchier, R.A., Fu, Y., Ghedin, E., Goodin, M.M., Hewson, R., Horie, M., Hyndman, T.H., Jiang, D., Kitajima, E.W., Kobinger, G.P., Kondo, H., Kurath, G., Lamb, R.A., Lenardon, S., Leroy, E.M., Li, C.X., Lin, X.D., Liu, L., Longdon, B., Marton, S., Maisner, A., Muhlberger, E., Netesov, S.V., Nowotny, N., Patterson, J.L., Payne, S.L., Paweska, J.T., Randall, R.E., Rima, B.K., Rota, P., Rubbenstroth, D., Schwemmle, M., Shi, M., Smither, S.J., Stenglein, M.D., Stone, D.M., Takada, A., Terregino, C., Tesh, R.B., Tian, J.H., Tomonaga, K., Tordo, N., Towner, J.S., Vasilakis, N., Verbeek, M., Volchkov, V.E., Wahl-Jensen, V., Walsh, J.A., Walker, P.J., Wang, D., Wang, L.F., Wetzel, T., Whitfield, A.E., Xie, J.T., Yuen, K.Y., Zhang, Y.Z., & Kuhn, J.H. (2016). Taxonomy of the order Mononegavirales: update 2016. Archives of Virology, May 23 doi:10.1007/s00705-016-2880-1
  • Damena, D., Fusaro, A., Sombo, M., Belaineh, R., Heidari, A., Kebede, A., Kidane, M., & Chaka, H. (2016). Characterization of Newcastle disease virus isolates obtained from outbreak cases in commercial chickens and wild pigeons in Ethiopia. 5, 476-016-2114-8. eCollection 2016. SpringerPlus, Apr 18 doi:10.1186/s40064-016-2114-8
  • Kammon, A., Heidari, A., Dayhum, A., Eldaghayes, I., Sharif, M., Monne, I., Cattoli, G., Asheg, A., Farhat, M., & Kraim, E. (2015). Characterization of Avian Influenza and Newcastle disease viruses from Poultry in Libya. 59, 422-430. Avian Diseases, Sep.
  • Fentie, T., Dadi, K., Kassa, T., Sahle, M., & Cattoli, G. (2014). Effect of vaccination on transmission characteristics of highly virulent Newcastle disease virus in experimentally infected chickens. 8, 1-25. Avian pathology : journal of the W.V.P.A, Aug 8 doi:10.1080/03079457.2014.951832
  • Mulisa, D.D., W/Kiros, M.K., Alemu, R.B., Keno, M.S., Furaso, A., Heidari, A., Chibsa, T.R., & Chunde, H.C. (2014). Characterization of Newcastle Disease Virus and poultry-handling practices in live poultry markets, Ethiopia. 3, 459-1801-3-459. eCollection 2014. SpringerPlus, Aug 23
  • Susta, L., Jones, M.E., Cattoli, G., Cardenas-Garcia, S., Miller, P.J., Brown, C.C., & Afonso, C.L. (2014). Pathologic Characterization of Genotypes XIV and XVII Newcastle Disease Viruses and Efficacy of Classical Vaccination on Specific Pathogen-Free Birds. 52, 120-131. Veterinary pathology, Feb 7 doi:0300985814521247 [pii]
  • G. Cattoli, L. Susta, C. Terregino and C. Brown (2011). Newcastle disease: a review of field recognition and current methods of laboratory detection. J. Vet Diagn Invest. 23(4) 637-656.
  • Nayak, B., Nayak, S., Paldurai, A., Kumar, S., De Nardi, R., Terregino, C., Collins, P. L., Samal, S. K (2013). Evaluation of the genetic diversity of avian paramyxovirus type 4. Virus Res. 171:103-110. 2013.
  • Terregino, C., Aldous, E. W., Heidari, A., Fuller, C. M., De Nardi, R., Manvell, R. J., Beato, M. S., Shell, W. M., Monne, I., Brown, I. H., Alexander, D. J., Capua, I. (2013). Antigenic and genetic analyses of isolate APMV/wigeon/Italy/3920-1/2005 indicate that it represents a new avian paramyxovirus (APMV-12). Arch. Virol. 158:2233-2243. 2013.
  • Bonfante F., Terregino C., Heidari A., Monne I., Salviato A., Taddei R., Raffini E., Capua I. (2012). Identification of APMV-1 associated with high mortality of collared doves (Streptoelia decaocto) in Italy. Veterinary Record
  • Xiao S, Subbiah M, Kumar S, De Nardi R, Terregino C, Collins PL, Samal SK. (2010). Complete genome sequences of avian paramyxovirus serotype 6 prototype strain Hong Kong and recent novel strain from Italy: evidence for the existence of subgroups within the serotype. Virus Research – Virus Res. 2010 Jun;150(1-2):61-72.
  • Dundon W.G., Heidari A., De Nardi R., Terregino C., Capua I., Cattoli G. (2010). Genetic Variation of Italian Avian paramyxoviruses serotype 9. Virus genes 2010;41(1):43-6.

Ultime news

Sanità animale. Revisione del Piano di emergenza nazionale

Sanità animale. Revisione del Piano di emergenza nazionale

Sono disponibili sul sito web del Ministero della salute le revisioni aggiornate del Piano di emergenza nazionale e dei manuali operativi per le…

Leggi tutto >

Puoi visualizzare tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su questo tema nella sezione “News” del sito, alla pagina News > News per temi > Malattie e patogeni > Malattia di Newcastle

Vai alle news sul tema Malattia di Newcastle »
© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30