Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Yersiniosi

Yersiniosi

Il genere Yersinia appartiene alla famiglia delle Enterobacteriaceae e comprende numerose specie ampiamente diffuse nell’ambiente. Le specie in grado di causare malattia sia negli animali che nell’uomo sono tre:

  • Y. enterocolitica è responsabile di casi di enterite in diverse specie animali quali primati non umani, cincillà, cavie, suini domestici, cinghiali, cervi, cani e gatti. In Unione Europea è la specie più frequentemente associata a casi di infezione umana. Il maiale è considerato il principale serbatoio e la carne suina e derivati sono ritenuti essere la principale fonte d’infezione; anche se è stata isolata anche da altri alimenti quali carni rosse, latte e vegetali. Yersinia enterocolitica patogena è in grado di causare nell’uomo un ampio spettro di manifestazioni cliniche, a partire da infezioni enteriche auto-limitanti fino ad arrivare a gravi setticemie. I sintomi più comuni sono diarrea (a volte sanguinolenta), soprattutto nei bambini di età inferiore 5 anni, mentre negli adulti si osservano più frequentemente i sintomi di una pseudo-appendicite (dolore addominale destro e febbre);
  • Y. pestis è l’agente causale della peste nell’uomo, malattia non più presente in Europa e trasmessa con la puntura della pulce del ratto;
  • Y. pseudotuberculosis è responsabile di malattie a carattere diffusivo in numerose specie animali e nell’uomo. Le specie considerate suscettibili appartengono alla classe dei mammiferi (roditori, primati non umani, ricci, lepri, cani domestici, ruminanti, pipistrelli, suini e felini), degli uccelli (faraona, tacchino, canarino), ed infine dei rettili e pesci. Nell’uomo, infezioni enteriche associate a Y. pseudotuberculosis sono state riportate soprattutto nei paesi del nord Europa ed in Russia.

Attività IZSVe

Presso la SCS1 – Analisi del rischio e sorveglianza in sanità pubblica dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, il Laboratorio controlli ufficiali ed il Laboratorio Biofood svolgono le seguenti attività analitiche, volte all’isolamento e all’identificazione di Yersinia enterocolitica presunta patogena da alimenti di origine animale:

  • isolamento di Yersinia enterocolitica presunta patogena da alimenti (norma ISO 10273:2003);
  • caratterizzazione di ceppi di Yersinia enterocolitica presunta patogena isolati da alimenti, tramite metodiche di biologia molecolare.

Referente IZSVe

Antonia Ricci
SCS1 – Analisi del rischio e sorveglianza in sanità pubblica
Tel: +39 049 8084296
E-mail: aricci@izsvenezie.it

Pubblicazioni

  • Bonardi S., Bassi L., Brindani F., D’Incau M., Barco L., Carra E., Pongolini S., Prevalence, characterization and antimicrobial susceptibility of Salmonella enterica and Yersinia enterocolitica in pigs at slaughter in Italy, 2013, International Journal of Food Microbiology 163, 248–257

Centri di riferimento

Ultime news

L’insalata confezionata e pronta al consumo è sicura? L'efficacia dei metodi di lavaggio domestici e industriali

L’insalata confezionata e pronta al consumo è sicura? L’efficacia dei metodi di lavaggio domestici e industriali

Con l’arrivo dell’estate e l’aumento della temperatura cresce la voglia di mangiare piatti freddi, in particolare frutta e verdura. Nonostante…

Leggi tutto >

Puoi visualizzare tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su questo tema nella sezione “News” del sito, alla pagina News > News per temi > Malattie e patogeni > Yersiniosi

Vai alle news sul tema Yersiniosi »
© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30