Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Ravarotto Licia

Licia Ravarotto | Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Ruolo Direttore
Struttura SCS7 – Comunicazione e conoscenza per la salute
Telefono +39 049 8084264
E-mail lravarotto@izsvenezie.it

Profilo professionale

Licia Ravarotto si è laureata in scienze biologiche nel 1981 all’Università di Padova, dove, nel 1987 ha anche conseguito la specializzazione in Scienze dell’alimentazione. Dal 1999 al 2007 è stata responsabile del Laboratorio di chimica clinica dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe). Presso l’Istituto, da ottobre 2007 è direttore della Struttura complessa SCS7 – Comunicazione e conoscenza per la salute, un’area gestionale indirizzata a valorizzare il ruolo e l’immagine dell’istituto attraverso la formazione continua del proprio personale e di soggetti esterni professionalmente impegnati nella sicurezza alimentare e nella salute animale, la gestione delle relazioni con i clienti e la comunicazione scientifica e istituzionale.

È responsabile del servizio di biblioteca dell’IZSVe. È componente del Comitato etico dell’IZSVe per la sperimentazione con gli animali, in cui svolge il ruolo di esperto della formazione e comunicazione e cura le attività di segreteria.

È responsabile di progetti, di ricerca e non solo, finanziati da vari enti, soprattutto dal Ministero della Salute. La linea di ricerca caratterizzante i suoi interessi e competenze riguarda la comunicazione del rischio, in particolare privilegiando l’ambito della sicurezza alimentare, in cui coordina un team di lavoro che progetta e realizza indagini psico-sociali sulla percezione del rischio, campagne di comunicazione e relativi studi-intervento per la valutazione dell’impatto.

È stata responsabile di progetti di ricerca sul benessere animale, in particolare occupandosi della messa a punto di un sistema integrato di indicatori (comportamentali, fisiologici, zootecnici, ecc.) per oggettivarne il livello nei primati non umani e negli animali da reddito, soprattutto del comparto bovino. Contestualmente, ha svolto studi di bioetica, principalmente sull’impiego degli animali nella transgenesi, clonazione e xenotrapianti.

Su incarico del ministero della Salute (DSVetOC) ha partecipato al Tavolo sulla comunicazione del rischio, in qualità di esperto referente per gli Istituti Zooprofilattici Sperimentali italiani (sviluppo di piani di comunicazione del rischio a livello comunitario e nei Paesi del Mediterraneo).

È stata componente della Scheda tematica Piano triennale Veneto di sanità animale e igiene degli allevamenti e produzioni zootecniche, a partire dal 2007. È stata responsabile dell’Ufficio di Piano del Piano triennale (2005-2007) per la sicurezza alimentare della Regione del Veneto (decreto dirigenziale n. 90 del 15.3.2006 avente come oggetto DGR 03.12.2004 n. 3846). È stata coordinatrice del Gruppo di lavoro 6 Comunicazione del rischio del Piano triennale per la Sicurezza alimentare della Regione del Veneto (DDR del 29.11.02, n. 448).

È stata invitata come relatore a numerosi eventi e corsi professionalizzanti in qualità di esperta di comunicazione del rischio ed ha svolto attività come formatore in eventi dedicati al management sanitario.

È autrice e coautrice di oltre centocinquanta pubblicazioni scientifiche e di testi a carattere divulgativo.

Pubblicazioni

  • Crovato, S.; Mascarello, G.; Marcolin, S.; Pinto A. & Ravarotto, L. (2019). From purchase to consumption of bivalve molluscs: A qualitative study on consumers’ practices and risk perceptions, Food Control, 96, 410-420
  • Tiozzo B., Pinto A., Mascarello G., Mantovani C., Ravarotto L. (2018). Which food safety information sources do Italian consumers prefer? Suggestions for the development of effective food risk communication. Journal of Risk Reserch, 1-16
  • Crovato, S. Pinto, A., Arcangeli, G., Mascarello, G. & Ravarotto, L. (2017). Risky behaviours from the production to the consumption of bivalve molluscs: Involving stakeholders in the prioritization process based on consensus methods. Food Control, 78, 426-435
  • Mascarello G, Pinto A, Marcolin S, Crovato S, Ravarotto L. (2017). Ethnic food consumption: Habits and risk perception in Italy. Journal of Food Safety, 37, 4
  • Ravarotto L. (a cura di). Comunicare il rischio alimentare. Dalla ricerca alle buone pratiche. 2016, Carocci Editore
  • Tiozzo B., Mari S., Ruzza M., Crovato S. & Ravarotto L. (2016). Consumers’ perceptions of food risks: A snapshot of the Italian Triveneto area. Appetite, 111, 105-115.
  • Ravarotto L., Crovato S., Mantovani C., D’Este F., Pinto A., Mascarello G. (2016). Reducing microbiological risk in the kitchen: piloting consensus conference methodology as a communication strategyJournal of Risk Research, 19, 7, 934-950
  • Pinto A., Mascarello G., Parise N., Bonaldo S., Crovato S. & Ravarotto L. (2015). Italian consumers’ attitudes towards food risks: self-protective and non-self-protective profiles for effective risk communication. Journal of Risk Research, 20, 3, 1-19.
  • Mascarello G., Pinto A., Parise N., Crovato S., Ravarotto L. (2015). The perception of food quality: profiling italian consumers. Appetite, 89, 1, 175-182.
  • Ravarotto L., Zanini G., Pegoraro R. (2012). Comunicazione del rischio ed etica alimentare. Italiaetica, 6, 1, 56-71.

© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30