Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Ceglie Letizia

Letizia Ceglie | Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Ruolo Biologo dirigente
Struttura SCT3 – Padova e Adria – Diagnostica in sanità animale
Laboratorio Laboratorio virologia diagnostica (Padova)
Telefono +39 049 8084237
E-mail lceglie@izsvenezie.it

Profilo professionale

Letizia Ceglie è biologo dirigente presso il Laboratorio di virologia diagnostica della SCT3 – Padova e Adria. Diagnostica in sanità animale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) con incarico di alta specializzazione dal 2015.

Ha conseguito la laurea in Scienze biologiche nel dicembre del 1992 presso l’Università degli Studi di Bologna e superato l’esame di Stato nell’aprile del 1994, dopo l’anno di tirocinio obbligatorio. Ha continuato la sua formazione post-laurea sempre presso l’Università di Bologna, nell’ambito della virologia, conseguendo nel 2000 il Diploma di specializzazione in Microbiologia e Virologia (Bologna, 1996). Mentre nel 2002 presso l’Università di Urbino (FanoAteneo) ha completato il Master annuale in Biotecnologie. Dal 1995 ha iniziato a lavorare presso l’IZSVe, inizialmente come borsista reclutata nell’ambito di Progetti di ricerca europei e nazionali su patogeni virali dei mammiferi, poi dal 2006 come dirigente a tempo determinato fino al 2010 quando è stata assunta a tempo indeterminato.

La sua attività riguarda principalmente l’applicazione di tecniche virologiche classiche e biomolecolari e sierologiche alla diagnosi delle malattie infettive dei mammiferi, con particolare riferimento a quelle inerenti le specie bovina e suina e alcune zoonosi. Si occupa anche della preparazione annuale di circuiti interlaboratorio per alcuni dei patogeni studiati nell’ambito del Circuito Aqua per il settore biomolecolare.

Ha partecipato e partecipa come ricercatrice, responsabile di progetto o unità operativa a progetti di ricerca europei e nazionali volti alla standardizzazione e validazione di protocolli biomolecolari per la diagnosi di malattie di agenti patogeni abortigeni del bovino (BVD, IBR, Neosporosi, Schmallenberg virus, Q Fever) e della fauna selvatica. Ha preso parte a progetti riguardanti patogeni tipici della specie suina (PRRS: infezioni sperimentali e valutazione delle performance di test diagnostici applicati alla diagnosi e HEV) e zoonosi (Clamidia, Febbre Q).

I suoi attuali interesse nella ricerca riguardano BVD virus, Leptospira, Erysipelothrix rhusiopathiae e la caratterizzazione molecolare di ceppi di Coxiella burnetii attraverso l’MLVA e di ceppi di Staphylococchi coagulasi positivi con tecnologia microarray.

Pubblicazioni

  • De Sabato L., Lemey P., Vrancken B., Bonfanti L., Ceglie L., Vaccari G., Di Bartolo I. (2018) Proposal for a new subtype of the zoonotic genotype 3 Hepatitis E virus: HEV-3l. Virus Res. 248:1-4.
  • Bazzucchi M., Bertolotti L., Ceglie L., Giammarioli M., Rossi E., Rosati S., De Mia G.M. (2017) Complete nucleotide sequence of a novel bovine viral diarrhea virus subtype 1 isolate from Italy. Arch.Virol. 162(11):3545-3548
  • Barberio A., Ceglie L., Lucchese L., Zuliani F., Marangon S., Natale A., (2017) Epidemiology of Q fever in cattle. In: João Carlos Caetano Simões, Sofia Ferreira Anastácio, Gabriela Jorge Da Silva (eds). The principle and practice of Q fever. The one health paradigm. 11, New York, Nova Science Publishers, p. 189-212
  • Natale A., Ceglie L., Lucchese L., Zuliani F., Marangon S., Barberio A. (2017) Diagnostic Approach to Coxiella burnetii infection in animals. In: João Carlos Caetano Simões, Sofia Ferreira Anastácio, Gabriela Jorge Da Silva (eds). The principle and practice of Q fever. The one health paradigm. 7, New York, Nova Science Publishers, p. 107-134
  • Lucchese L., Capello K., Barberio A., Zuliani F., Stegeman A., Ceglie L., Guerrini E., Marangon S., Natale A. (2015) IFAT and ELISA phase I/phase II as tools for the identification of Q fever chronic milk shedders in cattle. Vet.Microbiol. 179(1-2):102-108
  • Ceglie L., Natale A., Guerrini E., Terregino C., Mion M., Marchione S., Trovò G., Granato A., Catania S. (2015) First description and isolation of the new species Chlamydia gallinaceae from Italian commercial hens with respiratory signs and conjuctivitis. In: EMAC 3 – Proceedings of the Third European Meeting on Animal Chlamydiosis and Zoonotic Aspects. Anses, Maisons-Alfort, France, September 24-25, 2015, 21-22
  • Ceglie L., Guerrini E., Rampazzo E., Barberio A., Tilburg J.J., Hagen F., Lucchese L., Zuliani F., Marangon S., Natale A. (2015) Molecular characterization by MLVA of Coxiella burnetii strains infecting dairy cows and goats of north-eastern Italy. Microbes Infect. 17(11-12):776-781
  • Giammarioli M., Ceglie L., Rossi E., Bazzucchi M., Casciari C., Petrini S., De Mia GM (2015) Increased genetic diversity of BVDV-1: recent findings and implications thereof. Virus Genes Feb;50:147-51
  • Monne I., L. Ceglie, G. Di Martino*, A. Natale, S. Zamprogna, A. Morreale, E. Rampazzo, G. Cattoli and L. Bonfanti (2014) Hepatitis E virus genotype 4 in a pig farm, Italy, 2013 Epidemiol. Infect., Page 1-5
  • Drigo M., Franzo G., Gigli A., Martini M., Mondin A., Gracieux P., Ceglie L. (2014) The impact of porcine reproductive and respiratory syndrome virus genetic heterogeneity on molecular assay performances. J Virol Methods. Jun 15; 202:79-86
  • Drigo M., G. Franzo, I. Belfanti, M. Martini, A. Mondin, L. Ceglie (2014) Validation and comparison of different end point and real time RT-PCR assays for detection and genotyping of porcine reproductive and respiratory syndrome virus J Virol Methods. Jun 15;201:79-85
  • Ceglie L., Monaco F., Bonci M., Calistri P., Bano L., Goffredo M., Belfanti I., Pinoni C., Polci A., Nardelli S., Bonfanti L., Marangon S., Lelli R. (2012). First report of Schmallenberg virus in Italy. Abstracts – 6th Annual Meeting EPIZONE “Viruses on the Move”, Brighton. Abstracts – 6th Annuale Meeting EPIZONE “Viruses on the move”

© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30