Deposito del campione biologico e analisi del DNA canino

Deposito del campione biologico e analisi del DNA canino

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) è un laboratorio accreditato dall’Ente Nazionale Cinofilia Italiana (ENCI) per il deposito del campione biologico e l’analisi del DNA canino.

Il servizio viene effettuato dai laboratori della SCS3 – Diagnostica specialistica, istopatologia e parassitologia e dal Laboratorio di biologia molecolare della sezione territoriale di Treviso (SCT2), coordinati dal Centro specialistico animali d’affezione.


Deposito del campione biologico

A partire dal 1 gennaio 2019, all’atto della registrazione del Modello A (denuncia di monta e nascita) è necessario aver provveduto al deposito del campione di materiale biologico presso un Laboratorio riconosciuto dall’ENCI per tutti i cani accoppiati con i soggetti di cui ai punti sottoelencati:

  • riproduttori ammessi alla riproduzione selezionata;
  • stalloni che hanno prodotto più di 5 cucciolate;
  • stalloni usati in inseminazione artificiale;
  • stalloni esteri in Italia in stazione di monta;
  • campioni nazionali, internazionali ed esteri di bellezza e/o di lavoro

Ogni allevatore, oltre gli obblighi ENCI, può richiedere il deposito e l’analisi del DNA del proprio cane come certificazione del pedigree da poter esibire agli acquirenti.

II Laboratorio si impegna ad inserire direttamente nel Libro genealogico, attraverso l’applicazione che l’ENCI mette a disposizione dei Laboratori accreditati, i dati relativi ai soggetti dei quali e stato depositato il campione biologico.

Il campione biologico sarà conservato e rimarrà a disposizione dell’ENCI per i successivi 10 anni.

Come inviare i campioni all’IZSVe

Il prelievo del campione biologico deve essere effettuato dal veterinario che certifichi l’identità dell’animale al momento del prelievo.

Il materiale biologico per il deposito può essere inviato al laboratorio dell’IZSVe con due modalità:

  • utilizzando il kit (FTA card + sali e bustina), eventualmente fornito dal laboratorio, inviando il materiale a temperatura ambiente (istruzioni – PDF);
  • inviando il sangue intero (minimo 1 mL) in provetta con K3EDTA, a temperatura di refrigerazione.

Il campione biologico che dovesse pervenire al laboratorio in condizioni non idonee (provetta rotta, tappi aperti, quantità insufficiente di sangue sulla FTA card) verrà gestito come “inadatto” e prontamente segnalato al proprietario.

Identificazione genetica e analisi di parentela

La caratterizzazione genetica di un individuo consiste nell’amplificazione e analisi di marcatori molecolari chiamati microsatelliti o anche detti Short Tandem Repeats (STR). I microsatelliti sono caratterizzati da un numero variabile di ripetizioni in tandem di sequenze di DNA di 2-6 nucleotidi e costituiscono i marcatori più comunemente utilizzati in genetica forense (anche in campo umano), poiché vengono trasmesse dai genitori ai figli in modo mendeliano semplice.

Per l’identificazione genetica del cane viene utilizzato un pannello di 21 microsatelliti costituenti il core panel di loci raccomandati dalla International Society of Animal Genetics (ISAG). Il Laboratorio di biologia molecolare dell’SCT2 ha partecipato al proficiency test 2020-2021 organizzato dall’ISAG, che prevedeva l’analisi in cieco di 20 campioni di DNA di origine canina e l’identificazione delle eventuali parentele, ottenendo esito pienamente favorevole (Rank 1, Absolute genotyping accuracy 98%-100% – visualizza certificato).

L’analisi genetica del DNA canino può essere utilizzata a scopo di identificare un soggetto o di verificarne il legame di parentela con i presunti genitori.

L’analisi di identità di un soggetto prevede il paragone dei risultati tra campioni depositati e presenti in un database e il campione da sottoporre ad analisi, con una corrispondenza degli STR del 100%.

Come inviare i campioni all’IZSVe

Per effettuare l’analisi di parentela è necessario inviare il campione biologico o il profilo genetico dei presunti genitori e i campioni biologici di tutti i cuccioli per i quali è necessario verificare la paternità.

L’analisi prevede la comparazione dei profili genetici dei figli e presunti genitori, con una corrispondenza almeno del 50% ± 1 degli STR.

Le matrici idonee a svolgere questo tipo di analisi sono:

Il campione biologico che dovesse pervenire al laboratorio in condizioni non idonee (provetta rotta, tappi aperti, quantità insufficiente di sangue sulla FTA card) verrà gestito come “inadatto” e prontamente segnalato al proprietario.


Informazioni sul servizio

Conferimento dei campioni

I campioni possono essere:

Modulo di accettazione

Per richiedere il deposito del campione biologico e/o l’esecuzione delle analisi del DNA canino è necessario allegare al campione inviato l’apposito modulo di accettazione in ogni sua parte.

Modulo deposito e/o analisi DNA (PDF)

Tariffe e pagamenti

Le tariffe per i servizi sono indicate nella Carta dei servizi (codici “ARANGEN” e “DEPOSITO”), oltre che nel modulo di accettazione.

Dal 1 gennaio 2022 per i clienti italiani non è più possibile pagare con bonifico bancario: devono essere utilizzati esclusivamente strumenti connessi al sistema PagoPA (D.L. 76 del 16/7/2020).

Al ricevimento del campione l’IZSVe invierà all’indirizzo mail di fatturazione indicato nel modulo di accettazione l’avviso di pagamento (IUV), da utilizzare per effettuare il pagamento attraverso gli strumenti indicati nello stesso.


Contatti

SCS3 – Laboratorio istopatologia
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell’Università 10, 35020 Legnaro (Padova)
Tel: 049 8084260 | E-mail: segr.istopatologia@izsvenezie.it

SCT2 – Laboratorio di biologia molecolare
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Vicolo Mazzini, 4 int 5/6 – 31020 Fontane di Villorba (TV)
Tel. 0422 302302 | E-mail: at2tv@izsvenezie.it