Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Salmonella

Salmonella

La salmonelle sono un gruppo di microrganismi che possono causare malattie sia negli animali che nell’uomo. Il genere Salmonella comprende due specie, sei sub-specie e più di 2.500 sierotipi; la maggior parte dei sierotipi in determinate circostanze può provocare malattia nell’uomo, e la modalità più frequente di esposizione è attraverso il consumo di alimenti di origine animale. Sono considerati serbatoi di salmonella in particolare gli avicoli e i suini, che possono eliminare i microrganismi attraverso le feci in assenza di sintomatologia; gli alimenti possono venire contaminati lungo la filiera produttiva o anche successivamente, al momento della manipolazione, a causa di condizioni igienico-sanitarie non adeguate.

I sintomi nell’uomo (diarrea, vomito, dolori addominali, nausea, mal di testa e febbre) si manifestano da 12 a 72 ore dall’ingestione di alimenti contaminati, e possono protrarsi per 4-7 giorni; nella maggior parte dei casi si ha guarigione senza ospedalizzazione. Esiste tuttavia il rischio che il microrganismo si diffonda e replichi in sedi extra-intestinali (infezione sistemica) con conseguenti processi infiammatori generalizzati. Forme sistemiche gravi possono colpire soggetti a rischio quali neonati, anziani, immunodepressi e rendere necessaria l’ospedalizzazione.

Dati aggiornati a livello europeo sul numero di casi umani, oltre che sulla presenza di salmonelle negli animali e negli alimenti, sono pubblicati annualmente dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) e dal Centro europeo per la prevenzione ed il controllo delle malattie (ECDC). I dati europei dimostrano che gli alimenti principalmente coinvolti in episodi di malattia alimentare sono uova ed ovoprodotti, e che una parte non indifferente dei casi è riconducibile al consumo di alimenti a livello domiciliare.

Al fine di ridurre i casi di salmonellosi umana riconducibili ad alimenti di origine animale i Paesi Europei applicano dal 2007 dei piani di controllo nazionali a livello di produzione primaria che interessano il settore avicolo. Inoltre la normativa comunitaria prevede di effettuare controlli anche negli alimenti al fine di intercettare rapidamente alimenti contaminati e potenzialmente responsabili di malattia nell’uomo. A seguito dell’applicazione di questi piani di controllo il numero di casi di salmonellosi si è ridotto in modo significativo nel tempo.

Attività IZSVe

Centro di referenza nazionale per la salmonellosi

Il Centro di referenza nazionale per le salmonellosi dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie è stato istituito con decreto del Ministero della del 4 ottobre 1999; dal 2006 è stato designato anche come Laboratorio nazionale di riferimento per le salmonellosi. Nel 2007 inoltre è stato riconosciuto dall’Organizzazione mondiale della sanità animale (OIE) come Laboratorio di referenza OIE per le salmonellosi.

Le principali attività del Centro di referenza nazionale per le salmonellosi sono:

  • ricerca di Salmonella spp. in campioni della produzione primaria prelevati da Autorità Competente;
  • sierotipizzazione e caratterizzazione ceppi di Salmonella spp. trasmessi da: laboratori afferenti a IIZZSS, laboratori privati, laboratori delle aziende ospedaliere afferenti al SSN, attraverso metodi di microbiologia classica e molecolari.

Il Centro svolge le seguenti attività

  • coordinamento della rete Enter-Vet, che si occupa dal 2002 della raccolta dei dati relativi a ceppi di Salmonella spp. sottoposti a tipizzazionepresso i laboratori degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali  isolati da campioni di origine veterinaria. A tale scopo è stato messo a punto un software gestionale accessibile via web con accessi riservati (http://entervet.izsvenezie.it);
  • collaborazione con il Ministero della Salute e le autorità sanitarie regionali per la stesura dei piani nazionali di monitoraggio e controllo della Salmonella nelle popolazioni animali e nei mangimi;
  • organizzazione di circuiti interlaboratorio di isolamento di Salmonella spp. da campioni prelevati a livello di produzione primaria destinati ai laboratori che eseguono analisi ufficiali o per l’autocontrollo aziendale dei campioni prelevati nell’ambito dei piani nazionale delle salmonellosi;
  • organizzazione del circuito interlaboratorio di sierotipizzazione di Salmonella spp. destinato ai laboratori degli i Istituti Zooprofilattici coinvolti nella rete Enter-Vet e a laboratori privati;
  • mantenimento di una collezione di ceppi di Salmonella spp.;
  • sviluppo di metodiche analitiche;
  • alimentazione dei flussi di dati relativi a Salmonella spp. verso piattaforme nazionali ed internazionali;
  • partecipazione al network dei centri di referenza europei e disseminazione di informazioni attraverso il Laboratorio europeo di riferimento (EURL) per la salmonella;
  • valutazione di dati relativi a isolati di Salmonella da campioni di origine veterinaria collezionati dal sistema informativo veterinario (con link)
  • erogazione percorsi formativi per gli operatori afferenti a laboratori del Sistema Sanitario Nazionale, per operatori afferenti a laboratori privati, per ricercatori italiani ed internazionali relativamente alle attività di diagnostica di Salmonella nel settore veterinario ed alimentare.
  • supporto tecnico-scientifico in caso di tossinfezioni alimentare da Salmonella;
  • supporto tecnico-scientifico alle autorità sanitarie a vario livello (locale, nazionale, internazionale).

Normativa

Piani di controllo e normativa nazionale e comunitaria di riferimento sulla salmonellosi.

Dettagli >

Procedure di prova

Le procedure di prova per l’identificazione di ceppi di Salmonella Enteritidis e Salmonella Typhimurium.

Dettagli >

Pubblicazioni

Le pubblicazioni scientifiche realizzate dal Centro di referenza nazionale / OIE per la salmonellosi.

Dettagli >

Enter-Vet

Il sistema Enter-Vet raccoglie i dati a livello italiano relativi agli isolamenti di Salmonella spp. da campioni di origine veterinaria.

Dettagli >

Circuiti interlaboratorio

Il Centro di referenza nazionale per le salmonellosi organizza degli schemi di isolamento-identificazione e tipizzazione Salmonella.

Dettagli >

Ultime news

Valutazione EFSA: misure più stringenti nel pollame per ridurre i casi di salmonellosi nell’uomo

Ridurre la proporzione di allevamenti di ovaiole infettati da determinati tipi di Salmonella potrebbe contribuire a dimezzare il numero di casi di…

Leggi tutto >

Sierotipi emergenti di Salmonella, il successo epidemiologico della variante monofasica di S. Typhimurium

Sierotipi emergenti di Salmonella, il successo epidemiologico della variante monofasica di S. Typhimurium

Salmonella è una delle principali cause di tossinfezione alimentare nell’uomo, seconda in Europa solo al Campylobacter. Nel 2016 i casi di…

Leggi tutto >

Alimenti & Gravidanza: i rischi microbiologici dell'alimentazione durante la dolce attesa

Convegno «Alimenti & Gravidanza»: sabato 13 ottobre 2018 a Padova, Palazzo Moroni

Le donne in gravidanza sono tra le persone maggiormente interessate dai rischi microbiologici veicolati dagli alimenti, a causa dei cambiamenti nel…

Leggi tutto >

Puoi visualizzare tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti su questo tema nella sezione “News” del sito, alla pagina News > News per temi > Malattie e patogeni > Salmonella

Vai alle news sul tema Salmonella »
© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30