Centro di referenza nazionale e Centro di referenza FAO per la rabbia

Rabbia

Il Centro di referenza nazionale per la rabbia è stato istituito presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie con decreto 8 maggio 2002 del ministero della Salute (G.U. 22 maggio 2002 n. 118). L’IZSVe si è occupato della problematica della rabbia fin dal 1977, quando è stato attivato il programma di sorveglianza per la rabbia silvestre dell’OMS, in funzione della sua posizione geografica e della insistenza dell’epidemia nel territorio di sua competenza.

Accanto all’attività diagnostica di routine ha maturato esperienza specifica in materia di vaccinazione orale delle volpi e nel controllo dell’efficacia della stessa. Successivamente ha ottenuto il riconoscimento da parte dell’OIE/OMS (1995), del DEFRA (Regno Unito) (1999) e più recentemente dell’UE (decisione 2001/296/CE) per la verifica dell’efficacia dei vaccini antirabbici destinati ad alcuni carnivori domestici.

Svolge attività di informazione e formazione in materia di controllo e prevenzione della rabbia sia in ambito veterinario sia di medicina umana. Partecipa all’attività di aggiornamento dell’OMS/OIE ed è referente per l’Italia del Rabies Bulletin Europe.

Nel dicembre 2012 il Centro è stato riconosciuto anche come centro di referenza FAO per la rabbia.

Attività e servizi

  • verifica dell’applicazione nei laboratori nazionali delle tecniche diagnostiche standard per la diagnosi della rabbia
  • conferma della diagnosi di rabbia effettuata da altri laboratori
  • ricerca di nuovi metodi diagnostici e diffusione dei metodi ufficiali di analisi
  • avvio di rapporti di collaborazione con i centri di referenza presso gli organismi internazionali per l’interscambio di materiali e tecnologie in grado di garantire una continua verifica delle proprie capacità funzionali
  • realizzazione di corsi di aggiornamento sulle metodiche di analisi e di diagnosi e sull’organizzazione dell’indagine epidemiologica
  • organizzazione di corsi di formazione per il personale degli altri Istituti Zooprofilattici Sperimentali
  • supporto tecnico-scientifico per il ministero della Salute in materia di controllo e prevenzione della rabbia e per gli aspetti normativi e regolatori
  • servizio di consulenza al pronto soccorso e ai reparti di malattie infettive nel caso di persone morsicate o che hanno avuto contatti con animali sospetti; consulenza a persone che necessitino di informazioni per recarsi all’estero o che sono rientrate da Paesi con situazione epidemiologica per la rabbia a rischio o, ancora, nel caso di esposizione professionale
  • predisposizione dei piani d’intervento
  • tipizzazione di ciascun isolato ricevuto e conservazione in apposita ceppoteca
  • coordinamento di studi e attività di ricerca in collaborazione con altri laboratori organizzatori
  • pubblicazione e divulgazione di informazioni sulla prevenzione e gestione della malattia
  • servizio di titolazione degli anticorpi nei confronti del virus della rabbia per persone sottoposte a vaccinazione antirabbica per motivi professionali o a seguito di esposizione
  • consulenza in merito alla situazione epidemiologica della rabbia e le relative implicazioni per i trattamenti antirabbici pre – e post-esposizione.

Direttore

Paola De Benedictis | Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie

Paola De Benedictis
E-mail: pdebenedictis@izsvenezie.it
Visualizza profilo >

 

Contatti

Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell’Università 10, 35020, Legnaro (PD)

Segreteria
Tel: 049 8084369-371 | E-mail: dsbio.izsve@izsvenezie.it
Orari di segreteria: lunedì – venerdì, 8.30-16.00

Accettazione Dipartimento Scienze Biomediche Comparate
Tel: 049 8084389 | E-mail: accettazionedsbio@izsvenezie.it
Orari di accettazione: –

Approfondimenti e risorse utili

Trovi ulteriori informazioni e risorse utili sulle attività  in cui è coinvolto il Centro di referenza nazionale e laboratorio di referenza OIE per la rabbia nella sezione tematica:

Temi > Malattie e patogeni > Rabbia

All’interno della sezione troverai:

Vai alla sezione tematica Rabbia »

Puoi trovare inoltre informazioni utili alle pagine:

Gallery

Ultime news

Rapporto “One health” dell’UE: nel 2020 calo delle zoonosi nell’uomo e dei focolai di malattie a trasmissione alimentare

Rapporto “One health” dell’UE: nel 2020 calo delle zoonosi nell’uomo e dei focolai di malattie a trasmissione alimentare

Nel 2020 è stata la campylobatteriosi la zoonosi maggiormente segnalata nell'UE, con 120.946 casi contro gli oltre 220.000 del 2019, seguita dalla…

Leggi tutto >

Circuito interlaboratorio AQUA, aperte le iscrizioni per l’anno 2021

Circuito interlaboratorio AQUA, aperte le iscrizioni per l’anno 2022

Anche per l'anno 2022 l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) organizza il Circuito interlaboratorio per l’assicurazione…

Leggi tutto >

Lo strano caso del gatto di Arezzo, vittima dello spillover di un Lyssavirus

Lo strano caso del gatto di Arezzo, vittima dello spillover di un Lyssavirus

È fine giugno 2020 quando ad Arezzo in un gatto viene accertato un raro caso di infezione da Lyssavirus, un genere che comprende 17 specie e…

Leggi tutto >

Puoi visualizzare tutte le notizie e gli aggiornamenti sul Centro di referenza nazionale per la rabbia nella sezione “News” del sito, alla pagina News > News per strutture > Centri di referenza > CRN Rabbia

Vai alle news sul CRN per la rabbia»