Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211

Influenza aviaria: situazione epidemiologica in Italia – HPAI

In questa pagina puoi trovare le informazioni più aggiornate sulla situazione epidemiologica dell’influenza aviaria in Italia per i virus ad alta patogenicità (HPAI).

2016/2017 - H5N5, H5N82016 - H7N72014/2015 - H5N82013 - H7N7

Situazione attuale

Ultimo aggiornamento: 24/02/2017

  • Focolai in Italia | PDF
  • Mappa focolai | PDF

Provvedimenti

Ministero della Salute

  • 21/02/2017 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8. Dispositivo dirigenziale recante modifica e integrazione ai Dispositivi dirigenziali prot. DGSAF n. 1941 del 26 gennaio 2017 e n. 3833 del 15 febbraio 2017 | PDF
  • 15/02/2017 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8. Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione dell’influenza aviaria – Allegato I – Zona di Ulteriore Restrizione | PDF
  • 26/01/2017 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8. Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione dell’influenza aviaria | PDF
  • 5/01/2017 – Influenza aviaria. Dispositivo dirigenziale DGSAF prot n. 29861 del 30 dicembre 2016. Chiarimenti | PDF
  • 30/12/2016 – Influenza aviaria. Misure di controllo straordinarie e rafforzamento della vigilanza permanente. Sospensione temporanea all’utilizzo in deroga dei richiami vivi appartenenti agli Ordini degli Anseriformi e Caradriformi | PDF

Regione del Veneto

  • 02/02/2017 – Influenza aviaria ad alta patogenicità: controlli a seguito di sospetto contatto epidemiologico con l’azienda focolaio | PDF
  • 27/01/2017 – Influenza aviaria. Istituzione delle misure di restrizione a seguito di positività per HPAI H5N8 nel Comune di Porto Viro (RO) | PDF
  • 24/01/2017 – Influenza aviaria. Istituzione delle misure di restrizione a seguito di positività per HPAI H5N8 nei
    Comuni di Mira (VE) e di Piove di Sacco (PD) | PDF

Aggiornamenti

24/02/2017  – Il Centro di referenza nazionale per l’influenza aviaria dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie ha confermato la positività per un virus influenzale ad alta patogenicità sottotipo H5N8 in una volpoca (Tadorna tadorna) ritrovata con sintomatologia riferibile a influenza nella località di Boccasette, nei pressi della foce del fiume Po (comune di Porto Tolle, provincia di Rovigo) e deceduta poco dopo. Inoltre, in data odierna il Ministero della Salute ha ordinato l’abbattimento preventivo di cinque allevamenti localizzati all’interno delle zone di protezione dei focolaio del comune di Monzambano (confermati il 15/02/2017 e 22/02/2017). Si tratta di tre allevamenti di broiler (circa 93.000, 82.500 e 90.000 capi), e due allevamenti di tacchini (circa 9.280 e 12.000 capi).

23/02/2017  – Il virus identificato nell’ultimo focolaio nel comune di Mozambano (MN), confermato il 22/02/2017, è stato caratterizzato dal Centro di Referenza Nazionale (CNR) come ceppo alta patogenicità (HPAI). Si tratta quindi del settimo caso di influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI) sottotipo H5N8 negli allevamenti avicoli in Italia. Ulteriori analisi filogenetiche sono in corso.

22/02/2017  – In data odierna il Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza Aviaria e la Malattia di Newcastle (CRN) dell’IZSVe ha confermato un nuovo focolaio di influenza aviaria sottotipo H5N8 in un allevamento di tacchini da carne nel comune di Monzambano (MN). Si tratta del secondo caso nel comune lombardo dove il 15 febbraio scorso era stato confermato il primo focolaio in un’azienda di tacchini da carne. L’azienda colpita è localizzata all’interno della zona di protezione del precedente focolaio, al momento del sequestro erano presenti 21.820 animali che presentavano sintomatologia clinica; nei giorni precedenti era stato registrato un aumento di mortalità.
Ulteriori informazioni riguardo il focolaio e la caratterizzazione del virus, tuttora in corso, saranno comunicate appena disponibili.
Nello stesso giorno, il Ministero della Salute ha ordinato l’abbattimento preventivo di un allevamento di tacchini da carne (circa 8.000) localizzato all’interno della zona di protezione del focolaio di Gazzo Veronese (confermato il 16/02/2017).

17/02/2017  –  In data 16 febbraio 2017 è stato segnalato un sospetto di influenza aviaria in un allevamento di tacchini da carne nel comune di Gazzo Veronese (VR). Lo stesso giorno, le analisi effettuate in prima istanza dall’IZSVe sezione di Verona hanno confermato la positività per virus influenzale sottotipo H5. Al momento del sospetto, erano presenti nell’azienda 41.373 tacchini di 111 giorni; solo in uno dei 10 capannoni era stata rilevata una diminuzione del consumo di acqua e un aumento della mortalità, i tacchini presenti in questo capannone (circa 5.600) mostravano abbattimento e depressione del sensorio. In data odierna, il Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza Aviaria e la Malattia di Newcastle (CRN) dell’IZSVe ha confermato che si tratta di un virus dell’influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI) sottotipo H5N8. L’analisi filogenetica del virus è in corso.
Inoltre, il CRN ha caratterizzato il virus identificato nel focolaio in provincia di Mantova come ad alta patogenicità (HPAI) sottotipo H5N8. Anche per questo caso, ulteriori analisi del virus sono in corso.

15/02/2017  – In data 15 febbraio 2017 è stato confermato dal Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza Aviaria e la Malattia di Newcastle (CRN) dell’IZSVe un nuovo focolaio di influenza aviaria sottotipo H5N8. La positività è stata riscontrata in un allevamento di tacchini da carne nel comune di Monzambano (MN), dove nei giorni scorsi era stata notata una sintomatologia riferibile all’influenza aviaria. Nell’allevamento sono presenti circa 14.000 volatili a fine ciclo di produzione. L’indagine epidemiologica è in corso, mentre le operazioni di abbattimento sono programmate per i prossimi giorni. Ulteriori informazioni sulla caratterizzazione della patogenicità e sull’analisi filogenetica verranno comunicati appena disponibili

06/02/2017 – In data 3 febbraio si sono concluse le operazioni di abbattimento preventivo in un allevamento con 36.737 galline ovaiole a fine carriera nel comune di Porto Tolle (RO). Questo allevamento era stato individuato come collegamento epidemiologico ad alto rischio del focolaio confermato il 25 gennaio 2017 nel comune di Porto Viro (RO).

03/02/2017  – In data 2 febbraio 2017 è stato confermato dal Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza Aviaria e la Malattia di Newcastle (CRN) dell’IZSVe un nuovo focolaio di influenza aviaria sottotipo H5N8 in un allevamento di tacchini da carne nel comune di Sorbolo (PR). Il 3 febbraio 2017, il CRN ha caratterizzato il virus come influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI). Si tratta del quarto focolaio di HPAI H5N8 nel pollame domestico in Italia nel 2017. Al momento del sospetto, erano presenti 22.900 tacchini con sintomi riferibili a influenza aviaria e mortalità elevata. L’analisi parziale della sequenza virale, evidenzia che questo virus si raggruppa separatamente rispetto alle precedenti positività, suggerendo che, anche per questo focolaio, si tratta di una nuova introduzione. L’analisi completa è in corso, ulteriori dati significativi saranno comunicati appena disponibili. L’Autorità competente ha definito le zone di protezione e di sorveglianza (3 e 10 km) intorno al focolaio e sono state adottate le misure di controllo ed eradicazione previste dalla vigente normativa (D.Lgs. 9/2010).

26/01/2017  – In data 25 gennaio 2017 è stato confermato dal Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza Aviaria e la Malattia di Newcastle (CRN) dell’IZSVe un nuovo focolaio di influenza aviaria HPAI sottotipo H5N8 in un allevamento di galline ovaiole nel comune di Porto Viro (RO). Ulteriori informazioni sul caso saranno pubblicate appena possibile.

24/01/2017 – In data 23 gennaio 2017 è stato confermato un secondo focolaio di influenza aviaria HPAI sottotipo H5N8 in un allevamento di tacchini da carne situato al confine tra il comune di Piove di Sacco e Campagna Lupia in prossimità della laguna veneziana.
Al momento dell’indagine epidemiologica (24/01/2017) erano presenti circa 22.300 tacchini maschi di 113 giorni. Gli animali presentavano sintomatologia nervosa e mortalità elevata in due dei 6 capannoni presenti. Anche questo allevamento fa parte di una filiera che opera a livello nazionale. Il Servizio veterinario dell’ASL ha posto immediatamente sotto sequestro l’allevamento e sono state applicate le misure di controllo previste dalla vigente normativa. L’abbattimento è previsto a partire da giovedì pomeriggio, una volta concluso lo stamping out nel primo focolaio di Mira.
La Regione Veneto ha emanato il 24 gennaio 2017 un’ordinanza con la quale si istituiscono le misure di restrizione a seguito delle positività per HPAI H5N8 riscontrate.

23/01/2017  – In data 21 gennaio 2017 il Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza Aviaria e la Malattia di Newcastle (CRN) dell’IZSVe ha confermato la positività per un virus influenzale tipo A sottotipo H5N8 HPAI in campioni prelevati da tacchini di un allevamento industriale situato in provincia di Venezia (Regione Veneto). Il 23 gennaio 2017 il CRN ha caratterizzato il virus come Influenza Aviaria ad alta patogenicità. I prelievi sono stati effettuati a seguito di un aumento della mortalità segnalato dal veterinario aziendale. Al momento dell’indagine epidemiologica, erano presenti nell’allevamento 20.500 tacchini maschi, la sintomatologia e la mortalità elevata (10%) era presente in uno dei quattro capannoni con animali. L’Autorità competente ha definito le zone di protezione e di sorveglianza (3 e 10 km) intorno al focolaio e sono state adottate le misure di controllo ed eradicazione previste dalla vigente normativa (D.Lgs. 9/2010). Nel contesto epidemiologico nazionale ed europeo, questo focolaio sostenuto dal sottotipo H5N8 è il primo che ha interessato il settore domestico industriale italiano. Sempre in data 21 gennaio, il CRN ha confermato una positività per virus influenzale tipo A ad alta patogenicità (HPAI), sottotipo H5N8, in organi prelevati da un cigno selvatico (Cygnus cygnus) ritrovato morto nei pressi della foce del fiume Natissa, in provincia di Udine (Regione Friuli Venezia Giulia). Ulteriori analisi del virus sono in corso.

11/01/2017 – In data 10 gennaio 2017 è stata confermata la seconda positività per virus influenzale tipo A sottotipo H5N5 in selvatici. Si tratta di una canapiglia (Anas strepera) rinvenuta morta dal Corpo Forestale Regionale in località Fossalon, nel comune di Grado, il 4 gennaio. Dalle analisi del sito di clivaggio, il virus è risultato essere ad alta patogenicità (HP).

5/01/2017 – In data 5 gennaio 2017 il Centro di referenza nazionale per l’influenza aviaria dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie ha confermato la positività per un virus influenzale ad alta patogenicità sottotipo H5N8 in un fischione (Anas Penelope) rinvenuto morto nei pressi della laguna di Grado. Lo stesso giorno sono stati comunicati i risultati delle analisi filogenetiche del virus HPAI H5N5 identificato il 28 dicembre scorso: il virus si raggruppa con virus H5N8 ritrovati in Europa, Russia, Mongolia, India e Cina nel corso del 2016 e presenta la maggiore similarità con due virus identificati nel dicembre 2016 in Polonia. Infine non sono stati identificati potenziali siti o mutazioni associate ad un adattamento ai mammiferi.

30/12/2016 – In data 28 dicembre 2016 è stata confermata, da parte del Centro di referenza nazionale per l’influenza aviaria dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, una positività per virus influenzale tipo A ad alta patogenicità (HPAI), sottotipo H5N5, in organi prelevati da un volatile selvatico ritrovato morto in provincia di Gorizia. Si tratta di un fischione (Anas Penelope) che è stato rinvenuto dalla Polizia Provinciale di Gorizia, insieme ad altri due soggetti della stessa specie, nella laguna di Grado. Prossimamente verranno pubblicati i risultati dell’analisi filogenetica del virus.

Situazione finale

Ultimo aggiornamento: 10/06/2016

  • Focolai in Italia | PDF
  • Zone soggette a restrizione | PDF

Provvedimenti

Ministero della Salute

  • 22/06/2016 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H7N7 – Revoca misure straordinarie di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria | PDF
  • 17/05/2016 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H7N7 — Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria | PDF
  • 16/05/2016 – Influenza aviaria sottotipo H7N7 ad alta patogenicità. Elementi di informazione | PDF
  • 04/05/2016 – Influenza aviaria – Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria | PDF
  • 03/05/2016 – Influenza aviaria sottotipo H7N7. Elementi di informazione | PDF

Unione Europea

  • 04/05/2016 – Decisione di esecuzione (UE) 2016/697 della Commissione riguardante alcune misure di protezione contro l’influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H7N7 in Italia  | PDF

Aggiornamenti

23/06/2016 – In data 22 giugno 2016 è stata emanata la nota del Ministero della Salute DGSAF prot. n. 15111 circa la revoca delle misure straordinarie di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria H7N7. Nella nota si specifica che le misure straordinarie adottate con i provvedimenti dirigenziali prot. n. 11103 del 4 maggio 2016 e prot. n. 12125 del 17 maggio 2016, sono da intendersi revocate a far data 26 giugno 2016.

14/06/2016 – Il 4 giugno 2016 sono state revocate le zone di restrizione, istituite a seguito del focolaio confermato il 30 aprile 2016 in provincia di Ferrara. In riferimento al focolaio confermato in data 16 maggio in provincia di Ferrara, la zona di protezione è stata revocata l’8 giugno 2016, mentre la data di revoca della zona di sorveglianza è prevista per il 17 giugno 2016.

19/05/2016 – In data 18 maggio 2016 si sono concluse sotto la supervisione dei servizi veterinari dell’ASL le operazioni di abbattimento dei volatili presenti nel focolaio confermato in data 16 maggio in provincia di Ferrara. Inoltre, come previsto dal dispositivo del Ministero della Salute del 17/05/2016, nello stesso giorno hanno avuto inizio le operazioni di abbattimento preventivo in un allevamento a contatto, situato nella zona di protezione istituita a seguito del focolaio.

17/05/2016 – In data 16 maggio 2016 il Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza Aviaria e la Malattia di Newcastle (CRN) dell’IZSVe ha confermato la positività per un virus influenzale ad alta patogenicità sottotipo H7N7 in tamponi tracheali prelevati da tacchini da carne di un allevamento industriale, appartenete a una filiera produttiva, situato in provincia di Ferrara (Regione Emilia Romagna). I prelievi sono stati effettuati a seguito di un aumento della mortalità, segnalato dal veterinario aziendale, a partire da venerdì 13 maggio. Nell’al
levamento erano presenti 50.000 tacchini maschi di  circa 60 giorni di età.
In data 16 maggio, sotto la supervisione dei Servizi Veterinari dell’ASL competente per territorio, sono iniziate le operazioni di abbattimento. Sulla base dell’indagine epidemiologica sono stati individuati gli allevamenti “a contatto” che sono stati immediatamente posti in vincolo sanitario da parte dell’ASL e i prelievi per il controllo ufficiale sono in corso come previsto dalla nota del Ministero della Salute dell’11/05/2016. Il nuovo focolaio è localizzato all’interno della zona di protezione del precedente focolaio HPAI H7N7 confermato il 30 aprile nell’allevamento di ovaiole in provincia di Ferrara.
L’analisi filogenetica ha dimostrato una similarità del 98% fra il virus di questo focolaio e del precedente.  In data 17/5/2016, a seguito della richiesta della Regione Emilia Romagna, il Ministero della Salute ha disposto l’abbattimento preventivo di un altro allevamento correlato epidemiologicamente e situato nelle vicinanze del focolaio.

03/05/2016 – In data 30 aprile 2016 il Centro di referenza nazionale per l’influenza aviaria e la malattia di Newcastle dell’IZSVe ha confermato la positività per un virus influenzale tipo A sottotipo H7 in sieri ematici prelevati da galline ovaiole di un allevamento biologico situato in provincia di Ferrara (Regione Emilia Romagna), analizzati in prima istanza presso la Sezione dell’IZSLER di Forlì.
I prelievi sono stati effettuati a seguito di un aumento della mortalità e un calo della produzione di uova registrati nell’allevamento nei giorni precedenti. In data 2 maggio il Centro di referenza ha confermato anche la positività virologica al virus influenzale sottotipo H7N7. Nello stesso giorno, dall’analisi del sito di clivaggio dell’emogglutinina, il Centro di referenza ha confermato che si tratta di un virus ad alta patogenicità (HPAI).
L’Autorità competente ha definito le zone di protezione e di sorveglianza (3 e 10 km) intorno al focolaio. Inoltre sull’allevamento sono state adottate le misure di controllo ed eradicazione previste dalla vigente normativa (D.Lgs. 9/2010). A partire dal 1 maggio sotto la supervisione dei Servizi Veterinari dell’ASL competente per territorio sono iniziate le operazioni di abbattimento dei volatili presenti nel focolaio, che si sono concluse in data 2/5 u.s.
L’analisi filogenetica del virus e i risultati dell’indagine epidemiologica hanno suggerito un probabile contatto con uccelli selvatici. Inoltre dall’analisi filogenetica preliminare, il ceppo virale identificato è risultato non correlato a quello isolato lo scorso 15 aprile nel focolaio di influenza aviaria H7N7 a bassa patogenicità a Ferrara, ma correlato con ceppi africani e asiatici isolati da volatili selvatici.
Nell’ambito dell’Unita’ di Crisi tenutasi a Bologna presso la sede della Regione Emilia Romagna, sono state definite le ulteriori misure di controllo che saranno attuate nelle aree a elevata densità di avicoli del territorio nazionale.

Situazione finale

Ultimo aggiornamento: 18/12/2014

  • Mappe dei focolai in Italia | PDF
  • Zone soggette a restrizione | PDF

Provvedimenti

Ministero della Salute

  • 23/03/2015 – Proroga e modifica dell’ordinanza 26 agosto 2005 e successive modificazioni, concernente “Misure di polizia veterinaria in materia di malattie infettive e diffusive dei volatili da cortile” | PDF
  • 28/01/2015 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8 – modifiche al “Dispositivo dirigenziale prot. 27212 del 22/12/2014 recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria” | PDF
  • 15/01/2015 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8 – Dispositivo dirigenziale prot. 27212 del 22.12.2014 recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria – ulteriori indicazioni | PDF
  • 01/08/2015 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8 – OM 8 aprile 2014 – deroga divieto di utilizzo dei richiami vivi. Nota DGSAF prot. n. 27317 del 23 dicembre 2014. Ulteriori indicazioni | PDF
  • 23/12/2014 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8 – Ordinanza ministeriale 8 aprile 2014 – Deroga utilizzo richiami vivi – sospensione | PDF
  • 22/12/2014 – Trasmissione provvedimento dirigenziale “Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8 – Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria” | PDF
  • 22/12/2014 – Influenza aviaria ad alta patogenicità H5N8 – Dispositivo dirigenziale recante ulteriori misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria | PDF
  • 16/12/2014 – Focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità sottotipo H5N8 in Provincia di Rovigo, Regione Veneto | PDF

Regione del Veneto

  • 17/12/2014 – Influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI): misure di controllo straordinarie in Regione Veneto – Ulteriori informazioni | PDF
  • 17/12/2014 – Influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI): misure di controllo straordinarie in Regione Veneto | PDF
  • 16/12/2014 – Influenza aviaria. Istituzione delle misure di restrizione a seguito di positività per HPAI H5N8 | PDF

Regione Emilia-Romagna

  • 18/12/2014 – Influenza aviare H5N8: misure straordinarie di controllo. Aggiornamento | PDF
  • 16/12/2014 – Influenza aviare H5N8 a Rovigo: misure straordinarie di controllo | PDF

Regione Lombardia

  • 18/12/2014 – Influenza aviaria – focolai HPAI H5N8 in Veneto: misure preventive | PDF

Situazione finale

Ultimo aggiornamento: 22/10/2013

  • Focolai in Italia | PDF
  • Mappe dei focolai in Italia | PDF
  • Durata delle misure di restrizione | PDF

Provvedimenti

Ministero della Salute

  • 24/09/2013 – Revoca delle restrizioni per i territori non compresi nelle zone di protezione e sorveglianza istituite per focolai influenza aviaria HPAI H7N7 | PDF
  • 19/09/2013 – Nuove linee guida per l’attuazione delle deroghe ai divieti di movimentazione per le aree interessate dai focolai di influenza aviaria | PDF
  • 19/09/2013 – Linee guida per l’attuazione di deroghe ai divieti di movimentazione dai territori soggetti a restrizioni per focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI) | PDF
  • 06/09/2013 – Linee guida per l’attuazione di deroghe ai divieti di movimentazione dai territori soggetti a restrizioni per focolai di influenza aviaria HPAI | PDF
  • 06/09/2013 – Influenza aviaria: ulteriori disposizioni nazionali per la messa in sicurezza del settore avicolo  | PDF
  • 29/08/2013 – Misure di controllo ed eradicazione per contenere l’eventuale diffusione del virus dell’influenza aviaria | PDF
  • 29/08/2013 – Nuove linee guida per l’attuazione delle deroghe ai divieti di movimentazione per le aree interessate dai focolai di influenza aviaria | PDF

Unione europea

  • 13/09/2014 – Misure di protezione contro l’influenza aviaria ad alta patogenicità appartenente al sottotipo H7N7 in Italia, compresa l’istituzione di ulteriori zone soggette a restrizioni, e che abroga la decisione di esecuzione 2013/439/UE | PDF
  • 27/08/2014 – Modifica la decisione di esecuzione 2013/443/UE riguardante alcune misure di protezione contro l’influenza aviaria ad alta patogenicità appartenente al sottotipo H7N7 in Italia | PDF

Documenti e approfondimenti

  • 11/09/2013 – Quadro della situazione epidemiologica di H7N7 in Italia presentato durante la riunione della Commissione europea del 10 settembre | PDF
  • 27/08/2013 – Approvazione delle misure di controllo dell’Italia da parte della Commissione Europea | PDF
  • 27/08/2013 – Quadro della situazione epidemiologica di H7N7 in Italia presentato durante la riunione della Commissione europea del 26 agosto | PDF
  • 15/08/2013 – Presentazione H7N7 | PDF