Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe)
Ente sanitario di prevenzione, ricerca e servizi per la salute animale e la sicurezza alimentare
Presentazione >
+39 049 8084211
Ricercatori dell’IZSVe premiati per uno studio sugli effetti del clenbuterolo nel fegato bovino

Ricercatori dell’IZSVe premiati per uno studio sugli effetti del clenbuterolo nel fegato bovino

Pubblicato il: 11 Giugno 2019 Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2019

I ricercatori del Laboratorio farmaci veterinari e ricerca dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) si aggiudicano il premio per il miglior poster presentato nel corso dell’edizione 2019 dell’AOAC Europe – NMKL – NordVal International symposium, convegno internazionale di chimica analitica tenutosi a Oslo negli scorsi 3 e 4 giugno. Il poster descrive uno studio sperimentale sugli effetti della somministrazione di clenbuterolo sul profilo metabolico del fegato bovino.

Premio poster AOAC Europe Symposium 2019

I ricercatori del Laboratorio farmaci veterinari e ricerca dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie sono stati premiati durante l’edizione 2019 dell’AOAC Europe – NMKL – NordVal International symposium per uno studio sugli effetti del clenbuterolo nel fegato bovino.

Il clenbuterolo è una sostanza anabolizzante che aumenta la massa muscolare e diminuisce i tessuti grassi degli animali a cui è somministrata; il suo utilizzo in allevamento è però vietato a causa dei rischi che comporta per la salute dei consumatori.

L’analisi del metaboloma di tessuti o fluidi biologici è un approccio innovativo per evidenziare trattamenti illeciti con promotori della crescita negli animali da produzione alimentare: la somministrazione di queste sostanze può infatti generare un’alterazione dei pattern metabolici.

Grazie allo studio degli effetti della sostanza sul fegato bovino i ricercatori hanno sviluppato un modello predittivo in grado di classificare al 100% come “soggetti trattati” i vitelli a cui viene somministrato il clenbuterolo, con la capacità di rilevare dosaggi anche molto bassi della sostanza.

I risultati dello studio, realizzato con la collaborazione di ricercatori Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte Liguria e Valle D’Aosta (IZSTO), sono ora in fase di approfondimento per verificarne l’affidabilità.

Visualizza il poster
© Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie
Viale dell'Università 10, 35020 Legnaro (PD)
Tel: +39 049 8084211 | Fax: +39 049 8830046
E-mail: comunicazione@izsvenezie.it
PEC: izsvenezie@legalmail.it (Guida alla PEC)
C.F. / P.IVA: 00206200289
Protocollo: lun-ven. 9-13 | giov. 9-13 e 14-15.30